Cultura
Commenta

'L’ora blu della fiaba' viaggio musicale e teatrale nella cultura ebraica

In occasione della Giornata della Memoria, sabato 27 gennaio (ore 21) la Società Filodrammatica Cremonese propone L’ora blu della fiaba, un viaggio musicale teatrale nella cultura ebraica. Si tratta di uno spettacolo creato da Massimiliano Filippini e Ahava Noham Katzin che vuole essere un omaggio ed una esplorazione del mondo culturale e storico ebraico attraverso il racconto della vita di Ilse Weber e l’esecuzione di musiche tradizionali di questo popolo.

Ilse Weber, poetessa, musicista ebrea di origini Cecoslovacche fu internata nel febbraio del 1942 nel ghetto di Theresienstadt dove divenne infermiera del reparto medico pediatrico del campo e successivamente deportata ad Auschwitz dove sacrificò la sua vita per non abbandonare i bambini del ghetto quando vennero portati alle camere di gas.

Lo spettacolo è diviso in due parti. La prima parte è una composizione musicale teatrale scritta da Massimiliano Filippini ispirata dalle musiche composte da Ilse Weber per i bambini dell’ospedale di Theresienstadt miracolosamente giunte a noi. Per voce recitante, soprano e chitarra.

La seconda parte è una raccolta di musiche tradizionali tratte dalla cultura ebraico-israeliana dalle molteplici origini. Si passa dai canti biblici a brani popolari e tradizionali arrangiati da Massimiliano Filippini per chitarra e soprano.

© Riproduzione riservata
Commenti