Cronaca
Commenta4

'Incitamento all'odio': cancellata la pagina Facebook del Csa Dordoni

Cancellata da Facebook la pagina del Centro sociale Dordoni, per “incitamento all’odio”. Questa la motivazione che il social network più diffuso in Italia ha dato alla decisione di cancellare completamente la pagina, in seguito a un post che secondo i gestori “non rispettava gli standard della community”. Il post “incriminato” farebbe riferimento alla manifestazione nazionale #defendAfrin tenutasi sabato 17 febbraio a Roma per denunciare l’aggressione turca al cantone curdo-siriano e per chiedere la liberazione di Öcalan.

Dopo che i frequentatori del Dordoni avevano proclamato la propria solidarietà ai popoli della Siria del Nord, partecipanto alla manifestazione e postando alcune foto del corteo, Facebook ha dapprima rimosso il post incriminato, per poi bloccare e cancellare completamente la pagina.

“?Che i social non fossero uno strumento neutro – patria della libertà di informazione – lo sapevamo già, ma fa comunque rabbia vedere chiudere la nostra pagina” commenta Michele Grioni Merli, uno dei portavoce del centro sociale, sul suo profilo Facebook. “?Non tanto per il feticcio da ‘social network’, dove l’accumulo seriale di ‘like’ diventa un fine in sé, ma perché questo fatto è specchio della portata dell’attacco a cui è sottoposto, anche a livello mediatico, il progetto rivoluzionario della Federazione della Siria del Nord”. I militanti non si sono però persi d’animo e hanno subito creato una nuova pagina.

lb

© Riproduzione riservata
Commenti