Commenta

Vendevano merce online
ma non la consegnavano:
denunciati due stranieri

Vendevano merce online senza poi consegnarla, utilizzando il nome di un carrozziere che naturalmente non ne sapeva nulla. Sono così stati denunciati a piede libero dai Carabinieri due soggetti: D.R., autista indiano del 1964, residente in Soresina, e S.E., pakistano del 1975, residente in Soresina, pregiudicato e titolare di un punto vendita telefoni cellulari. L’accusa è di concorso nel reato falsità in scrittura privata, sostituzione di persona e abuso sulla protezione dati personali.

Tutto è partito dalla denuncia sporta dal titolare 40enne di una carrozzeria, in quanto i due avevano falsificato, nel mese di gennaio, un contratto per l’acquisto di una scheda con utenza telefonica, apponendo la firma dello stesso carrozziere e utilizzando la stessa scheda per degli annunci on line. Con questo hanno messo in vendita merce varia, che poi una volta incassato il denaro non veniva consegnata.

A seguito di alcune denunce presentate da compratori che erano rimasti truffati e che avevano avuti contatti con l’utenza intestata al carrozziere (risultato ignaro di tutto), i militari sono riusciti a individuare i responsabili di tale raggiro e della sostituzione di persona, che i due erano riusciti a mettere in atto procurandosi copia dei documenti del carrozziere, depositati tempo prima presso il negozio gestito da uno dei denunciati, per l’acquisto di un telefonino.

© Riproduzione riservata
Commenti