20 Commenti

Centro in crisi, commercianti
di corso Mazzini alzano le
barricate contro il Comune

Barbara Fiori di Artikasa

Il centro storico si svuota sempre di più e, a fronte dell’ipotizzata apertura di un nuovo centro commerciale nell’ex Armaguerra, i commercianti salgono sulle barricate. Dopo la presa di posizione delle associazioni di categoria e in particolare di Confcommercio, anche i singoli negozianti dicono basta, e lo fanno mettendo insieme un Comitato per far sentire al Comune la propria voce. La protesta parte da corso Mazzini, su iniziativa di Barbara Fiori, titolare di Artikasa, ma l’appello è rivolto a tutti i commercianti del centro che sono stufi della situazione.

“Siamo completamente d’accordo con quanto ha dichiarato Vittorio Principe di Confcommercio, prendendo le distanze dal Comune” spiega Barbara fiori. “Noi facciamo lo stesso, perché il Comune ha ucciso il centro storico, e l’autorizzazione al nuovo centro commerciale è stata il colpo di grazia. E’ inutile che loro si giustifichino dicendo che hanno fatto tutto il possibile, visto che poi quando chiediamo di fare qualche evento qui in corso Mazzini non ce lo permettono con la scusa che deve essere una via di passaggio per i mezzi di soccorso”.

Intanto il centro storico langue e le vetrine vuote sono sempre più numerose. “Non credo che questa città avesse bisogno di un altro centro commerciale” continua la titolare di Artikasa, facendosi portavoce dei negozianti della zona. “E adesso noi non ci stiamo più. Per questo vogliamo indire un’assemblea, insieme a Confcommercio, a cui saranno invitati tutti i commercianti. Vogliamo che si tolga questa assurda Ztl, che impedisce il passaggio ai clienti, mentre per il resto con i permessi transitano cani e porci. Chiediamo di abbassare i prezzi dei parcheggi, perché 1,70 all’ora non si pagano neppure nelle grandi città. E soprattutto serve un maggior numero di posteggi: i centri commerciali hanno parcheggi immensi e gratuiti a disposizione, noi solo pochi parcheggi a pagamento, che non sono mai sufficienti. E non dimentichiamo il caro affitti, un problema non indifferente”.

Una Cremona senza negozi perde anche attrattività nei confronti del turismo. Come spiega Barbara Fiori, “i turisti che passano nel mio negozio mi raccontano della loro perplessità nel trovare così tante vetrine vuote. Non è un bel biglietto da visita per la  nostra città”.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Stante59

    Sarebbe ora che i commercianti e non solo le loro associazioni si ribellassero. Aprano tutti gli scatoloni che vogliono ma liberino il centro storico !!!

  • Mirko

    Quello che più mi fa rabbia è che in mezzo a tutti questi commercianti che si lamentano, ci siano anche coloro che il voto lo hanno dato alla giunta odierna…..

    • Stante59

      Spero pochi….

  • Stante59

    A proposito……… W chi ci mette la faccia!!!!!!

  • un fascio di luce

    … ma di cosa si lamentano.. ora aprirà la nuova pasticceria in piazza Stradivari che funzionerà da nuovo catalizzatore e tutto si risolverà… magari!!
    assurdo che il Comune bocci le richieste di iniziative proposte dai commercianti salvo poi accusarli di non essere propositivi, per poi inventarsi delle iniziative di testa propria e sempre nella solita piazza stradivari o del comune.
    se si lamentano in via mazzini figuriamoci cosa pensano i negozianti delle periferie.
    poi si capisce perchè al Cambonino non sopravvivano negozi o in via Castelleone, via giuseppina, via mantova, via ghinaglia… casualmente sopravvivono e prolificano solo i centri commerciali. 7 nuove autorizzazioni in neppure 4 anni non fanno proprio onore a questa amministrazione credo…

  • Illuminatus

    “Non credo che questa città avesse bisogno di un altro centro commerciale”.
    Detto tutto.

  • Italiana

    Se un negozio è attraente ci si va anche sulle ginocchia…

  • Stante59

    Allora tutti ai centri commerciali in ginocchio….sono cosi attraenti…

  • Sorcio Verde

    Un amministrazione che dimostra una testardaggine che non ha eguali, quando non al limite dell’arroganza. Vedremo il 4 marzo quanti continueranno a votarli.

    • Illuminatus

      Concordo.

  • Davidoff

    Certo che siete fenomeni! Il demonio centro commerciale tanto odiato ma….. sempre pieno! Perchè se ci vai ogni santo giorno dell’anno… è sempre, sempre, sempre pieno!!!!! Odiano il centro commerciale, ma vogliono la tangenziale! Una linea di pensiero ineccepibile, senza pensare che il binomio tangenziale-centro commerciale è indissolubile, dopo la tangenziale cosa pensate ci aprano di fianco? Una onlus? Eh ma se fai notare che il centro commerciale è sempre pieno, la risposta é gia pronta: “c’è il parcheggio li”!! Ma se un prodotto è scadente (il centro commerciale), lo accettate perchè il parcheggio lo fa diventare di qualità, o perchè persone (ahimè) poco istruite per non peggio dire, accettano anche prodotti scadenti? Forse il ragionamento è un po contorto ma mettiamo che:
    – se il centro commerciale non lo frequenti, e come te, visto che non lo vogliono molti altri, questo chiude!
    – se amazon sfrutta i dipendenti e a te da fastidio, se non compri su amazon, chiude!
    – se ami i prodotti di qualità e sei disposto a spendere anche poco in più per essi, nei piccoli negozi, questi si diffondono!

    Per dire che sono le nostre scelte ad influenzare tutto, qui parlate tanto, ma alla domenca tutti all’ipercoop a spingere il carrello… 🐑🐑🐑

    • Sorcio Verde

      Che stupidaggini, spingilo tu il carrello alla coop che me vien da ridere!

      • Davidoff

        Ridi ridi che le aree commerciali nel piano regolatore le hanno messe i tuoi amico destromani

        • Andrea Torna ✰ ✰ ★ ✰ ✰

          Informati….

        • Sorcio Verde

          Si,si, infatti galimberti ha il record mondiale di concessione a supermercati, vai con tue fette di salame della coop…

          • Davidoff

            Un conto è l’autorizzazione, un conto è adibire l’area a zona commerciale nel piano regolatore, se l’avessero adibita a verde pubblico l’unica autorizzazione che potevano dare era per un parco,il record ce l’hanno le giunte di destra per la cronaca, ma sorcio verde lo sa cos’è un piano regolatore? O crede che la cittá venga costruita a piacimento della giunta di turno? Eeeh, la memoria corta…

          • Sorcio Verde

            Parco si…i camp de melegot… io non so nulla, sai tutto tu, sei tu il professorone, come quello che sta in comune, neanche capace di presentare i progetti in tempo utile per valorizzare il tuo formidabile parco…

    • Illuminatus

      Io no di certo. E non sono l’unico.

  • Giovanni Battista Martinelli

    Certo che avete tutti un coraggio da leoni nel mettere i vostri veri nomi e le vostre facce 😎

  • Commerciante come voi

    Prima di indire assemblee sarebbe meglio che “da che pulpito vien la predica” ci dica se la spesa per casa la fa nei piccoli negozi di alimentari della citta o nel supermercato del centro (che sempre supermercato è)e se le scarpe che indossa provengono da “i negozi del centro” o da amazon e soprattutto se ai giovedì d’estate dove è concessa più libertà sulle chiusure serali dei negozi(visto che si lamenta perché il comune non concede mai permessi di manifestazioni in corso Mazzini) alle 22,30 è già in casa all’aria condizionata perché la preferisce.
    COERENZA grazie!