7 Commenti

Obiettivo meno auto in
via Giordano: nuovi cartelli
alle porte della città

Novità per gli automobilisti in arrivo alle porte della città. Nei giorni scorsi è stato completato il piano delle segnalazioni, mediante cartelli stradali, per indirizzare il traffico verso la tangenziale anzichè nel comparto attorno a via Giordano, uno dei punti di maggiore intasamento veicolare in alcuni momenti della giornata. I “gruppi segnaletici” sono stati realizzati su input dell’assessorato alla Mobilità in circa 20 zone d’intersezione, sostituendo i precedenti, ad esempio in largo Moreni, via Novati, via Giuseppina, via Postumia. In questo modo, ad esempio, chi arriva in largo Moreni dal ponte di Po e deve dirigersi all’ospedale, o all’imbocco dell’A21 a San Felice, viene indirizzato in tangenziale e non verso via Portinari del Po.

“L’obiettivo – spiega l’assessore alla M0bilità Alessia Manfredini – è di alleggerire il traffico di attraversamento lungo l’asse di Via Portinari del Po, Via del Sale, Via del Giordano, Via Novati, Via Giuseppina, strade altamente trafficate in alcune ore della giornata. La nuova segnaletica intende garantire minori tempi di percorrenza con maggior fluidità della circolazione, un decremento del traffico veicolare lungo l’asse sud della città, e una conseguente diminuzione di congestione e inquinamento”.

Un primo parziale passo verso il riassetto della viabilità in questa zona della città, non certo l’unica a soffrire di traffico nelle ore di punta, ma su cui si è concentrata l’attenzione per via del referendum promosso dal comitato di residenti per chiedere il mantenimento della previsione della strada sud. Nel frattempo un’altra modifica importante nel comparto, che vedrà la luce già entro quest’anno, è la realizzazione della pista ciclabile che da via Cadore (angolo via Giordano) arriverà fino alle Colonie Padane, percorrendo tutta via del Sale. Questa nuova infrastruttura, ufficializzata nella Giunta di mercoledì scorso e comunicata ieri, porterà con sé ulteriori conseguenze sulla progettazione della nuova via Giordano: nelle intenzioni dell’amministrazione, costituirà un altro incentivo a lasciare in garage l’automobile e ad utilizzare le biciclette.

Giuliana Biagi

© Riproduzione riservata
Commenti
  • cassandra

    Siamo arrivati al grottesco … quanti mezzi sopra le 3,5 tonn percorrono ora via Giordano ? Quanto traffico in meno dalla ciclabile? Cioè il problema sono gli abitanti di via Giordano che in auto vanno a mangiare la pizza al dordoni?

    • Graziano Ansaldi

      Il problema maggiore sono i somari che viaggiano a 30 all ora, che farebbero meglio a svegliarsi. (ma del resto non potrebbero andare più veloci, impegnati come sono a parlare al cellulare ). Oltre a ciò, la maggior parte dei cremonesi usa l’ auto anche solo per spostarsi di 2 km., e anche questo influisce a congestionare il traffico.

  • cassandra

    Dimenticavo : poca stima negli elettori, molto poca

  • brontolo

    Si mai cuntent…mi viene da dire…é un piccolo passo in avanti…strada sud si o no..l obiettivo é cmq comune…quindi avanti così…

    • cassandra

      Siccome pensi mi risulta difficile accontentarmi .Passo in avanti ???attraverso due cartelli che spostano due camion da qui a lì, allungandone i percorsi e quindi le emissioni ? Ma dorma pure tranquillo e si gongoli nella sua rassicurante incompetenza , tanto è in buona compagnia

  • Simone

    Si certo, perché il traffico è creato dai mezzi pesanti! Ma per favore! Sono gli anziani che guidano a 2 all’ora perché non vedono bene e non si sentono sicuri o quelli che non c’hanno un tubo da fare è passeggiano con la macchina! SVEGLIAAA!

  • Sorcio Verde

    Mi sembra una cosa ridicola come la giunta comunale