Commenta

Sciopero 8 marzo: possibili
cancellazioni per i trasporti
su ferro e gomma

L’8 marzo si preannuncia una giornata impegnativa per chi usufruisce del trasporto pubblico, sia su gomma che ferroviario, a causa di uno sciopero generale indetto dalla sigla sindacale Usb, che coinvolgerà tutte le categorie pubbliche e private e che durerà dalla mezzanotte alle 21. Nell’ambito del trasporto, a Cremona aderisce anche Km, che comunica il funzionamento del servizio nelle fasce di garanzia (ore 6-9 e 11.30-14.30), mentre il personale amministrativo, di terra, di officina e di lavaggio sarà fermo per tutta la giornata.

Per quanto riguarda Trenord, durante lo sciopero verranno rispettate le fasce orarie di garanzia (6-9 e 18-21) mentre viaggeranno i treni inseriti nella lista dei ”Servizi Minimi Garantiti”  la cui partenza da orario ufficiale è prevista dopo le ore 6 e l’arrivo a destinazione finale entro le ore 9 e quelli la cui partenza da orario ufficiale è prevista dopo le ore 18. Trenord avvisa che “eventuali ripercussioni sulla circolazione saranno possibili anche dopo la conclusione dello sciopero”.

Lo sciopero. Si tratta di uno sciopero femminista proclamato da Usb in seguito all’appello di Non Una Di Meno, per manifestare contro la violenza maschile sulle donne, contro la mancanza di finanziamenti e riconoscimento dei Centri Antiviolenza, contro la chiusura degli spazi delle donne, contro l’obiezione di coscienza nei servizi sanitari pubblici; per il diritto ad un welfare universale, al reddito di autodeterminazione, alla casa, al lavoro, alla parità salariale, all’educazione scolastica, a misure di sostegno per la fuoriuscita dalla violenza, per denunciare il dato spaventoso delle molestie e dei ricatti sessuali sul lavoro.

lb

© Riproduzione riservata
Commenti