3 Commenti

Ritardi e soppressioni sulla
Mi-Cr-Mn, pendolari bloccati
a Codogno in piena notte

Ennesima Odissea per i pendolari delle linee cremonesi di ritorno da Milano o da Mantova, che nel tardo pomeriggio di mercoledì hanno dovuto fare i conti con l’ennesima raffica di ritardi. Tutto è partito da un guasto ad un passaggio a livello, l’ennesimo, tra le stazioni di Pizzighettone e Acquanegra Cremonese.

I primi annunci di ritardi sono circolati intorno alle 18, e l’attesa accumulata dai passeggeri è arrivata fino a 50 minuti. Ad accumulare il maggior ritardo è stato il convoglio più utilizzato dai pendolari che da Milano ogni sera rientrano sotto il Torrazzo, quello delle 19.15, che ha portato i viaggiatori a destinazione 54 minuti dopo. Dulcis in fundo, il treno delle 22 che da Milano Porta Garibaldi doveva tornare a Cremona è stato cancellato, costringendo diversi passeggeri a raggiungere Codogno e farsi venire a prendere da parenti e amici in auto.

lb

© Riproduzione riservata
Commenti
  • pendolarestanco

    ero sul treno re2663, treno arrivato a cremona con 60 minuti di ritardo (1 ora): siamo scesi dal treno alle h21:20. quello che ha reso contenti i pendolari (commenti non pochi) è che fino a codogno il treno (pomposamente denominato regioexpress) viaggiava con ca 45minuti di ritardo, ovvero il ritardo della partenza. poi 3nord ci ha fatto fermare anche a pizzighettone, maleo, acquanegra e cavatigozzi con il risultato che il ritardo è schizzato a 60minuti e da regioexpress siamo passati a regiocalesse: è risaputo che in quelle stazioni alle h20:55 (prima fermata extra a pizzighettone) sono decine e decine i viaggiatori che spingono per salire…a pizzighettone manco erano accese le luci della stazione (chiamiamola così per pudore) e del marciapiede.
    fra treni freddi e ritardi i mesi di febbraio e marzo (fino ad ora) sono stati entusiasmanti: si accettano scommesse sul non-bonus per i due mesi in questione.

    • Blizzard

      fa sorridere la denominazione regioexpress. Secondo me non è l’abbreviazione di regionale, ma di reale (inteso di epoca sabauda). Ed in effetti i tempi di percorrenza ed i comfort sono quelli di tale periodo.

  • Graziano Ansaldi

    Ma questa gente che non è in grado di garantire giusti Servizi agli Utenti è possibile che non si possa cacciare a pedate nel didietro?? In qualsiasi altro Paese civile si sarebbero già dimessi. Che vergogna.