Cronaca
Commenta4

Bande di teppisti sugli autobus, la rabbia degli utenti: 'Mia figlia terrorizzata'

Autobus cittadini in balìa dei teppisti e dei bulli. Un fenomeno che sta diventando sempre più endemico e che crea non pochi problemi agli utenti regolari. Sulla questione è nato un dibattito sulla pagina Facebook Non sei Cremonese se, dove diversi cittadini si lamentano della situazione. Ma a lanciare il sasso è stata Edvige Spinello, che  ha denunciato un episiodio accaduto alla figlia.

“Stava tornando a casa, verso sera, al quartiere Zaist, dopo essere stata alla palestra che frequenta al Cambonino, a bordo dell’autobus L. Poco prima di arrivare alla sua fermata mi ha telefonato, terrorizzata, chiedendomi di aprire il cancello, perché sul bus c’era un gruppo di ragazzi che la molestava e che faceva apprezzamenti su di lei, rifiutandosi di lasciarla passare. Aveva paura che la seguissero fino a casa. Ora ho scritto a Km e spero che vengano presi provvedimenti”. Il problema è che episodi di questo tipo sono fin troppo frequenti sugli autobus, come hanno confermato altri cremonesi su Facebook. Si parla di ragazzi “volgari e insistenti”, che “mettono paura agli utenti”, di qualsiasi età.

“Domenica scorsa si erano verificate situazioni simili” racconta ancora Spinello. “Mia figlia ha preso il bus delle 15.30, che ci ha messo un’ora a percorrere tutto ilt ragitto a causa di questi soggetti, che cercano di salire senza biglietto e fanno il bello e il cattivo tempo”. C’è chi denuncia anche maleducazione e comportamenti prevaricatori, con gente che urla, mette i piedi sui sedili, sporca e crea scompiglio. I cremonesi chiedono più sicurezza sugli autobus e più in generale lungo le vie della città, dove diverse persone dichiarano di aver paura a passeggiare in orario serale.

LaBos

© Riproduzione riservata
Commenti