2 Commenti

Telefonini usati come
merce di scambio,
due denunce

Due uomini sono finiti nei guai per colpa di altrettanti telefoni cellulari utilizzati come merce di scambio. Le indagini dei carabinieri di Robecco d’Oglio hanno portato alla denuncia di un cinquantenne cremonese, G.S., per simulazione di reato in quanto aveva denunciato il furto di due telefonini che invece aveva ceduto lui stesso ad una giovane  prostituta rumena di Borgo san Giacomo. A sua volta, la donna aveva dato i telefoni ad un 42enne pakistano, S.E., residente a Soresina, in cambio di una piccola somma, finendo così accusato di ricettazione. Alla fine la sorte degli smartphone è stato il sequestro da parte dell’Arma.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mirko

    Che giro, un italiano che va a prostitute, una prostituta rumena e un pakistano…..degno di un film

  • luciano1956

    Che dire? quando c’è del losco le risorse non mancano mai.