7 Commenti

Blackout in piscina per
bolletta non pagata, Sport
Management: 'Noi parte lesa'

Da Sport Management, azienda che ha in gestione l’impianto natatorio di Piazzale Atleti Azzurri d’Italia a Cremona, arrivano nuove precisazioni sulla vicenda del blackout energetico che lunedì 26 marzo ha costretto la struttura a chiudere temporaneamente, per poi riaprire intorno a mezzogiorno del 27 marzo.

“La bolletta non pagata che ha portato all’interruzione di erogazione dell’energia elettrica, riportante il nome Sport Management, era stata erroneamente recapitata all’indirizzo del precedente gestore”scrive la società in una nota. “La stessa aveva scadenza il 10 gennaio, ma la nostra società ha ricevuto la bolletta soltanto via mail alle ore 22.03 di giovedì 22 marzo, senza ricevere in precedenza nessuna comunicazione di sollecito di mancato pagamento. Nella mattinata del 26 marzo, senza darci la possibilità di fare le dovute verifiche, il gestore dell’energia elettrica staccava la corrente costringendoci a chiudere l’impianto”.

A questo proposito, dopo aver ricostruito nei dettagli l’accaduto, Sport Management “si ritiene parte lesa in questa vicenda che la nostra azienda ha comunque gestito e risolto tempestivamente non appena venuta a conoscenza della problematica in oggetto. Con l’occasione siamo a rinnovare le nostre scuse per i disagi arrecati alla clientela dell’impianto seppur non dovuti direttamente a mancanze da parte della nostra azienda”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Sorcio Verde

    Addebito diretto sul conto corrente, questo sconosciuto….

    • iPlingo

      Evidentemente non le è mai capitato di ricevere una fattura errata e provare a bloccarne l’addebito.

      • Sorcio Verde

        Evidentemente, è un altra questione, qui si parla di problemi con bollette non pagate che hanno portato al distacco della fornitura.

        • iPlingo

          Quindi “Addebito diretto sul conto corrente, questo sconosciuto….” non è una soluzione.

          • Sorcio Verde

            Quanto accaduto sfiora il ridicolo, considerando che coinvolge ditte di una certa rilevanza. Personalmente per le mie utenze lo è.

  • Gianluca

    Ma era la prima bolletta in assoluto? Se lo fosse potrei capire un eventuale disguido dovuto al cambio di gestione, se invece non era la prima vuol dire che l’addebito in conto non è andato a buon fine. Non credo infatti che nel 2018 una società saldi le bollette per contanti magari di migliaia di euro visto che poi dovrebbero fare i conti con le norme anti riciclaggio sulla limitazione del contante appunto.

    • Sorcio Verde

      La nuova gestione è partita ad ottobre e ora siamo a fine marzo, forse ci si è dimenticati di verificare fatture, pagamenti, addebiti, contratti, autoletture ecc.