Un commento

La Vanoli domenica
nella tana
dei lupi di Avellino

La Vanoli Cremona nelle prossime sette partite che mancano al termine della stagione regolare potrà solo togliersi delle soddisfazioni. Il sodalizio di coach Sacchetti, infatti, ha matematicamente centrato con largo anticipo il primario obiettivo stagionale della salvezza e non è cosa da poco. Dà un importante vantaggio psicologico. Domenica alle 17.00 i cremonesi faranno visita al Pala del Mauro di Avellino contro la Sidigas che in campionato non sta attraversando un periodo favorevole.

L’obiettivo dei bianco verdi è restare tra le prime quattro, per avere, almeno ai quarti di finale dei playoff, il fattore interno. L’importante è ritrovare compattezza e determinazione, perse in questo stregato girone di ritorno. E poi c’è la Fiba Europe Cup da provare a conquistare, con la finale con Venezia all’orizzonte. Da valutare ovviamente le condizioni degli acciaccati. Filloy, che praticamente non ha giocato a Venezia, ha smaltito l’infortunio alla caviglia, ma soffre di altri problemi.

Da ritrovare i migliori Leunen e Zerini. Sul reparto lunghi, soprattutto un “4”, si monitora anche il mercato e sembra molto vicino l’ingaggio di Landry Nnoko, centro camerunense classe 1994 già stato al’opera a Pesaro nella scorsa stagione. Ora per gli irpini è tempo di mettersi alle spalle il passato e ricominciare a macinare punti come all’andata, contando sul fattore “casalingo” per uscire dalla crisi di risultati. La Vanoli Cremona è considerata “la bestia nera” per gli avellinesi che hanno ceduto quest’anno due volte: all’andata e in quella sanguinosa in Coppa Italia a Firenze. I lombardi saranno a ranghi completi, potendo contare anche su  Darius Johnson Odom, la stella americana che in un primo momento era stato appiedato dal giudice sportivo per due giornate in quanto secondo gli arbitri, in particolare l’esperto Paternicò, avrebbe insultato cestisti e pubblico avversari, dopo la gara di sabato scorso vinta da Cremona con Bologna. Evidentemente non è stato così e la decisione è stata totalmente cassata. Martin e compagni, pur consapevoli delle difficoltà che presenta il match, lotteranno a denti stretti per cercare di sovvertire il pronostico sfavorevole e rimanere agganciati al treno play-off.

Marco Ravara

© Riproduzione riservata
Commenti
  • MENCIA

    forza Vanoli giochiamo tranquilli