Commenta

FierAgrumello
da tutto esaurito:
migliaia di visitatori

Dopo la prima giornata di apertura di sabato, incoronata anche dal lancio di Paracadutisti e conclusa da una grande serata di ballo liscio con l’orchestra Cordani, grande folla e pubblico da tutto esaurito oggi per la 43esima Fiera Regionale Agricola di Primavera di Grumello Cremonese.

Migliaia di visitatori hanno varcato i cancelli della rassegna espositiva e partecipato ai moltissimi appuntamenti collaterali proposti quest’anno nel tabellone di eventi della rassegna, promossa dal Comitato Volontariato FierAgrumello.

Domenica mattina, a Cascina Castello di via Roma, la presentazione ufficiale e la cerimonia inaugurale, tenuta a battesimo dalla madrina 2018, Federica Negri ma anche da un ricco parterre di autorità, accolte dal presidente del Comitato FierAgrumello, Luigi Tantardini, e dal sindaco, Fabio Scio.

In platea molte autorità civili e militari e rappresentanti del mondo dell’associazionismo. Al tavolo dei relatori il sindaco di Grumello, Fabio Scio, il presidente di FierAgrumello, Luigi Tantardini, il presidente di giuria del Premio Agrumello, Albino Gorini, il presidente della provincia di Cremona e sindaco di Gadesco, Davide Viola, il presidente di Banca Cremonese Antonio Davò e l’ospite d’onore, Giovanni Rana.

In sala un ricco parterre di autorità con i parlamentari cremonesi (gli onorevoli Luciano Pizzetti – attuale sottosegreterio – e Silvana Comaroli – neo eletta nell’Ufficio di presidenza della Camera dei Deputati – e il senatore Simone Bossi) e i consiglieri regionali del nostro territorio (Federico Lena, Matteo Piloni e Marco Degli Angeli).

Presenti alla cerimonia inaugurale anche il tenente colonnello Marco Piccoli, comandante provinciale dei Carabinieri, e il maresciallo Leonardo Ferri, comandante della stazione dei Carabinieri di Pizzighettone.

Molti i sindaci del territorio cremonese: Luca Moggi di Pizzighettone, Pier Luigi Tadi di Cappella Cantone, Renato Gerevini di Crotta, Cristiano Strinati di Paderno Ponchielli, Maurizio Fornasari di Annicco, Alberto Sisti di Azzanello, Angelo Gusperti vice sindaco di Casalmorano, Gianni Rossoni sindaco di Offanengo, il sindaco di Azzanello Arsenio Molaschi, il vice sindaco di Soncino Fabio Fabemoli, Roberto Lazzari sindaco di Spinadesco).

Dopo il saluto del presidente di FierAgrumello, Luigi Tantardini che ha puntato l’attenzione sul sostegno ai piccoli borghi e a FierAgrumello da parte di regione Lombardia, la parola è passata al sindaco Fabio Scio che si è detto soddisfatto che annesso all’assessorato regionale all’Agricoltura si sia inserita anche la delega alla alimentazione, quanto mai importante e da tutelare anche a tutela della stessa agricoltura. Tantardini e Scio hanno ringraziato i molti volontari che lavorano per FierAgrumello. L’occasione della Fiera grumellese è ogni anno sempre spunto per fare il punto della situazione sul comparto agricolo provinciale, sia durante i convegni sia nella mattinata inaugurale.

Il presidente della provincia, Davide Viola, ha evidenziato i due progetti messi in campo dalla provincia per la valorizzazione e la promozione del comparto agricolo provinciale: il progetto del complesso di Santa Monica vocato ad ospitare la facoltà di Agraria dell’Università Cattolica; e trovare prospettive per la Fiera Zootecnica di Cremona.

Luciano Pizzetti ha sottolineato che l’agricoltura non è solo tema di mercato ma ha anche un ruolo sociale, in controtendenza sul fronte occupazionale rispetto alla crisi e legata alla tutela della natura e del cibo. “Per la Fiera di Cremona occorre stringere alleanze e trovare una intesa – ha precisato Pizzetti – Una bella sfida per tutte le associazioni di categoria ma indispensabile per decidere se si vuole diventare grandi oppure se continuare a rimanere piccoli tenendo quello che si ha. Ma questo è possibile solo se si esce dal castello e si abbassano i ponti. A beneficio di questo territorio che ha molto da dare”.

Antonio Davò, presidente di Banca Cremonese, da sempre sponsor di FierAgrumello, ma anche consigliere di Cremona Fiera ha voluto ribadire la buona gestione pur con poche risorse. “Ora si tratta di mettere d’accordo le associazioni per esprimere un presidente e un consiglio che sarà ristretto rispetto agli attuali 17 consiglieri – ha aggiunto Davò – Come Credito cooperativo invece stiamo mettendo a punto un progetto per far si che i giovani rimangano a lavorare sul territorio cremonese”.

Al termine della presentazione, la consegna del 39° Premio Agrumello 2018 (opera scultorea dell’artista Fidia Toffetti, presente in sala). Il Premio, coordinato dal presidente di giuria Albino Gorini, è stato consegnato dalle autorità a tre assegnatari: Tiziano Fusar Poli (Presidente di Latteria Soresina e Presidente di Confcooperative); Virginio Lini (Pittore di San Daniele Po); Il Campagnino (Azienda Agricola).

Quest’anno, la novità del Premio Speciale dell’Amministrazione comunale, una scultura del maestro Mario Coppetti, consegnato dal sindaco Fabio Scio a Matteo Moretti (Polo tecnologico della Cosmesi di Crema).

Al termine della cerimonia inaugurale il corteo lungo le vie del paese, tra i banchi dell’immancabile Mercato domenicale degli ambulanti, accompagnato dalle note del Corpo Bandistico di Maleo, fino alla zona espositiva del Mulinello per il rituale taglio del nastro e la visita ufficiale agli stand.

Per Grumello e la sua storica Fiera, una grande giornata che, anche grazie al bel tempo, ha registrato un flusso enorme di visitatori tra gli oltre cento stand, i mercati, le mostre d’arte organizzate in collaborazione con l’assessorato alla cultura del comune e le numerose iniziative collaterali tra cui esibizioni cinofile, dimostrazioni di cagliatura, musica e balli country e la gastronomia con lo Street Food.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti