Commenta

Cremonese in campo
a Palermo con
l'atteggiamento giusto

Attilio Tesser (foto Sessa)

“Vorrei rivedere l’atteggiamento delle squadra che ci ha contraddistinto fino a qualche settimana fa, fino alla gara con il Brescia. Deve essere un atteggiamento di una squadra aggressiva, che non si arrende, che lotta” così Attilio Tesser alla vigilia di Palermo – Cremonese, in campo oggi alle 15, una partita determinante, non tanto per il cammino verso la salvezza, per questo ci saranno gli scontri diretti, quanto piuttosto per vedere se la squadra, in ritiro da mercoledì si sia ritrovata.

Certo l’ultima tegola con l’ennesimo infortunio di Paulinho in allenamento, non aiuta, ma il brasiliano comunque non sarebbe sceso in campo al Barbera per la gara con i rosanero. Tesser non avrà disponibile Cavion squalificato, Castrovilli che non è nemmeno partito, come pure Claiton che ha ripreso da poco ad allenarsi con i compagni. C’è qualche dubbio sul modulo di partenza che potrebbe cambiare, proprio perché la Cremonese ultimamente soffre in particolare le squadre schierate con il 3-5-2 e quindi Tesser potrebbe decidere per un assetto speculare a quello dei siciliani.

In avanti probabile l’utilizzo di Piccolo con Gomez, mentre Scappini potrebbe rifiatare in panchina. A centrocampo rientrerà Croce con Arini davanti alla difesa e Macek (o Cinelli) interno destro. Obbligate le scelte degli esterni e della difesa. Il Palermo avrà 4 diffidati in campo, una situazione che potrebbe condizionare la prestazione di una squadra che ambisce alla promozione diretta e che sente il fiato sul collo. Gnahoré, Jajalo, Rispoli e soprattutto il capitano Nestorowsky dovranno cercare di evitare l’ammonizione per non indebolire la squadra che martedì sarà in campo a Cittadella, contro la squadra di Venturato che ieri ha fermato il Parma al Tardini (0 a 0), una buona notizia per Tedino. Buono per la Cremonese invece l’altro anticipo di giornata, nel quale il Foggia ha battuto l’Ascoli che resta a 5 lunghezze dai grigiorossi.

Cristina Coppola

© Riproduzione riservata
Commenti