Commenta

Cremonese ritrovata
ma non va oltre il pareggio
Anche il vescovo in tribuna

Fotoservizio Sessa

Cremonese – Salernitana 1-1

Cremonese (4-3-1-2): Ujkani; Cinaglia (dal 36’st Perrulli), Canini, Marconi, Renzetti; Cinelli (dal36’st Macek), Arini, Cavion; Piccolo (dal 41’st Scappini); Camara, Scamacca. All. Strukelj (Tesser squalificato)

A disp.: Ravaglia, D’Avino, Sbrissa, Pesce, Gomez, Massari.

Salernitana (4-3-1-2): Radunivic; Casasola, Tuia, Monaco, Popescu; Odjer, Ricci, Zito (dal 21’pt Minala); Kiyine (dal31’st Vitale); Bocalon (dal 18’st Rossi), Rosina. All. Beni (Colantuono squalificato).

A disp.: Russo, Signorelli, Iliadis, Akpa, Palombi, Schiavi, Di Roberto, Asmah, Sprocati.

Arbitro: Antonello Balice della sezione di Termoli, coadiuvato dagli assistenti Stefano Bellutti di Trento e Damiano Margani di Latina. Quarto ufficiale Pierantonio Perotti di Legnano.

Gol: 29’pt Minala, 33’pt Canini

Ammoniti: Bocalon, Canini, Popescu, Camara, Rossi, Radunovic

Espulso: Popescu

Corner: Cremonese 6, Salernitana 5

Note: Kiyine fallisce un calcio di rigore al 36’pt. Recupero 2’pt+5’st.

Cremonese – Salernitana, seguita in tribuna anche dal vescovo Antonio Napolioni, si apre all’insegna del ricordo di Erminio Favalli a 10 anni dalla sua scomparsa, con una emozionante coreografia della sud, con uno striscione a lui dedicato dalla curva che porta il suo nome “emozioni, gioie, dialetto, cremonesità, una bandiera di questa città. Ciao Erminio”.

La Cremonese parte con il piglio giusto, ci crede e costruisce gioco, la Salernitana chiude gli spazi e si affida alle ripartenze. Alla mezz’ora passa però la Salernitana con Minala che corregge in rete il colpo di testa di Monaco sugli sviluppi di un corner. Passano 4’ e la Cremonese rimette i giochi in parità, una punizione di Piccolo trova la testa di Canini che segna. Al 36’ l’arbitro assegna un calcio di rigore alla Salernitana per un fallo di Camara su Rosina. Va Kiyine dal dischetto ma Ujkani respinge il pallone che viene intercettato da Bocalon che colpisce l’incrocio dei pali. La partita cresce di intensità ma il primo tempo si chiude comunque in parità dopo 2’ di recupero.

È ancora una Cremonese combattiva quella che torna in campo per i secondi 45’ di gioco, una Cremonese che vuole fortemente i tre punti.

Al 10’ Scamacca dalla distanza esplode un gran destro su cui Radunovic si salva in corner. Al 22’ Piccolo dal limite impegna Radunovic. Al 28’ un fallo di Piccolo su Popescu scatena la reazione del terzino che viene espulso. Allontanato dalla panchina anche Alberto Bianchi, ex grigiorosso e dirigente dei campani. La Cremonese continua a spingere e a costruire gioco, le punte sono spesso imprecise e la grande generosità non basta a sbloccare il risultato di una partita che ha visto in campo molta più Cremonese che Salernitana. Finisce così dopo 5’ di recupero.

Cristina Coppola

© Riproduzione riservata
Commenti