Un commento

Arrestato il rapinatore
solitario della
farmacia di Sospiro

Arrestato il rapinatore solitario che il 24 marzo scorso (vedi link in basso) aveva seminato terrore alla farmacia Della Giovanna di Sospiro. L’uomo, a seguito delle indagini dei carabinieri è stato arrestato questa mattina nella sua abitazione di Cremona, presso cui  è stata trovata parte del materiale usato per la rapina. Per l’uomo, che non ha opposto alcuna resistenza, si sono spalancate le porte del carcere di Cà del ferro. I Carabinieri stanno ora valutando se lo stesso soggetto sia l’autore anche di altre rapine commesse recentemente nella provincia di Cremona con modalità similari.

La rapina aveva creato non poca preoccupazione nell’area del basso cremonese, sia perché commessa in pieno pomeriggio nei confronti di una farmacia che si affaccia lungo una delle più trafficate arterie stradali della zona, la frequentatissima via Giuseppina, ma, soprattutto, per la modalità con cui il fatto criminoso era stato portato a termine. Nel tardo pomeriggio del primo sabato di primavera, un uomo di circa 40 anni era entrato in farmacia, col volto parzialmente travisato da uno scalda-collo scuro, indossando un berretto da baseball ed un paio di guanti per non lasciare impronte che lo potessero inchiodare; il ladro aveva costretto i titolari della farmacia, minacciandoli con una siringa, a consegnargli l’incasso della giornata, circa 500 euro in contanti. L’uomo, arraffati i soldi, aveva poi fatto perdere le proprie tracce a bordo di un’utilitaria, allontanandosi rapidamente in direzione della città di Cremona, lasciando impietriti sul posto i farmacisti. Scattato l’allarme, immediatamente erano stati attivati i posti di blocco lungo le principali vie di comunicazione della zona, che avevano visto impegnati sul terreno e fino a tarda sera i carabinieri delle Compagnie di Casalmaggiore e di Cremona senza, tuttavia, che le ricerche andassero a buon fine.

Nei giorni successivi, i militari della Stazione di Sospiro e del NOR di Casalmaggiore avevano continuato a ricercare ogni elemento utile per identificare il rapinatore solitario, incrociando tutti i dati in loro possesso, a partire dalla descrizione fornita dalle vittime. Unendo i singoli tasselli minuziosamente raccolti, i militari hanno ottenuto un quadro indiziario completo a carico di un pregiudicato di 38 anni, italiano, già noto agli investigatori per precedenti vicende, attualmente residente a Cremona. Il Pubblico Ministero della Procura di Cremona titolare delle indagini, dott. Puccetti, valutati gli elementi raccolti dagli investigatori dell’Arma, ha chiesto al locale GIP l’emissione di un provvedimento di custodia cautelare in carcere al carico del rapinatore. Il magistrato, una volta ottenuto il provvedimento cautelare, ha incaricato i carabinieri di Casalmaggiore di eseguirlo.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Mirko

    Dentro per un po