2 Commenti

Rifiuti: prossimi passi
tariffa puntuale
e riduzione sprechi

Sesta agorà pubblica di UrbanWINS – Progetto europeo triennale, partito nel giugno del 2016 e finanziato dal Programma Ricerca ed Innovazione Horizon 2020 – tenutasi nella Sala Zanoni di via del Vecchio Passeggio. Un appuntamento importante perché, nel corso dei lavori, sono state individuate le tre azioni pilota da sperimentare nei prossimi mesi: la scelta è avvenuta attraverso la selezione di quelle identificate durante il percorso di partecipazione e che costituiscono il Piano d’azione del Comune di Cremona per la prevenzione e gestione dei rifiuti.
Queste le azioni scelte che saranno progettate e realizzate nell’ultimo anno del progetto: avvio del percorso per la tariffa puntuale, last minute Market ed attività legate alla lotta allo spreco alimentare ed al recupero e contenimento delle eccedenze nella filiera del cibo, migliorare gli stili di vita coinvolgendo in particolare i bambini.
Cremona, insieme alle altre città pilota – Torino, Albano Laziale e Pomezia (città dell’Area Metropolitana di Roma Capitale), Bucarest (Romania), Leiria (Portogallo), Manresa e Sabadell (Spagna) – potrà così sperimentare buone pratiche utili per l’elaborazione di strategie comunitarie finalizzate alla prevenzione e gestione dei rifiuti, nonché alla promozione dell’economia circolare (l’espressione fa riferimento sia a una concezione della produzione e del consumo di beni e servizi alternativa rispetto al modello lineare, sia al ruolo della diversità come caratteristica imprescindibile dei sistemi resilienti e produttivi).
L’Assessore all’Ambiente Alessia Manfredini ha sottolineato l’importanza del progetto, in particolare la partecipazione dei cittadini che sono i veri protagonisti della sperimentazione di soluzioni eco-innovative destinate a migliorare la prevenzione e la gestione dei rifiuti.
In maggio si terrà la settima agorà durante la quale verranno condivise con i cittadini le fasi operative delle tre azioni pilota.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • erisso

    Chissà come saranno le pratiche per la “prevenzione dei rifiuti”, dopo che per anni e anni ci hanno costretto a comprare qualsiasi cosa con quintali di imballaggi…

  • Mirko

    Tutto sto articolo per dire il nulla, hanno parlato e il succo dov è? Parole al vento, perché non viene data la soluzione