6 Commenti

Paullese, la chiusura dei
varchi non basta: segnalate
molte situazioni di pericolo

E’ ancora pericoloso il tratto di Paullese dalla rotonda del CremonaPo verso Costa s.Abramo, anche dopo la ‘chiusura’ di alcuni dei varchi di passaggio dall’una all’altra corsia. Un’operazione che l’amministrazione Galimberti aveva voluto proprio per evitare situazioni molto rischiose che si ripresentavano continuamente, considerata anche l’alta velocità con cui sopraggiungono mezzi pesanti ed autovetture. Ma sono ancora molti gli automobilisti che, per tornare in città, effettuano l’inversione di marcia passando dai varchi rimasti aperti o addirittura passando sopra l’aiuola spartitraffico delimitata da cordoli che in molti punti hanno quasi la stessa altezza del piano stradale. Così succede che per evitare di percorrere i chilometri fino a Costa S.Abramo, dove si trova la rotonda, molti automobilisti semplicemente ignorino le ragioni della sicurezza e scavalchino l’ostacolo.

Che il problema sia ancora d’attualità lo dimostra anche un post sulla pagina Facebook Non sei cremonese se: “Come tutti sappiamo da quando hanno chiuso i varchi legali, e fatto le rotonde alcuni automobilisti preferiscono passare sullo spartitraffico per fare inversione di marcia. Mettendo in pericolo se stessi, chi viaggia con loro e ovviamente gli altri automobilisti di entrambi i sensi di marcia (…) Concludo chiedendo a chi è abituato a fare questa manovra, di pensare bene prima di farla, perché pericolosissima per tutti. Penso che sia meglio perdere 5 minuti piuttosto che avere magari sulla coscienza qualche disastro”.

Da quando sono stati messi i paletti non ci sono stati più incidenti, almeno questo è un dato di fatto. Lo conferma il comandante della Polizia Municipale Pierluigi Sforza, che però è realista: “Quando ci appostiamo per i controlli la gente ci vede ed evita di commettere l’infrazione”, spiega. “E d’altra parte non potremmo agire in incognito, abbiamo l’obbligo di renderci visibili. Ovviamente noi continueremo a fare appostamenti, compatibilmente con le nostre risorse: purtroppo molti automobilisti non si rendono conto che così facendo mettono a rischio la propria incolumità e quella degli altri. Oltretutto, in caso di incidente causato da una manovra del genere, chi lo commette non avrebbe la minima possibilità di invocare il concorso di colpa. La responsabilità sarebbe completamente sua, con tutto quello che ne deriva in termini di risarcimento danni”.

L’amministrazione comunale ha dato mandato ai tecnici di risolvere definitivamente il problema: la vera soluzione sarebbe quella di mettere un guard rail continuo al posto dell’aiuola facilmente valicabile. “Conosciamo il problema – spiega l’assessore Alessia Manfredini, a nome dell’amministrazione – Stiamo attendendo il completamento dei lavori da parte dei tecnici per l’intera operazione sui varchi. La loro chiusura era nata proprio per motivi di sicurezza stradale e per l’incolumità delle persone, questa resta ancora la priorità da parte dell’amministrazione. Senza dimenticare che, di pari passo, deve esserci la vigilanza sul rispetto delle regole”.

Intanto stanno cominciando i lavori preparatori per realizzare una nuova rotonda lungo la Paullese, all’altezza della concessionaria Bossoni.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mirko

    Invece Di mettere paletti a caZZo,basterebbe fare una rotonda a metà strada(intersezione con picenengo) e rialzare i cordoli e mettere delle siepi come in autostrada….bello da vedere, utile, e più verde.

    • Donato Sgarzi

      Concordo al 100%

    • ilMutanda

      ma hai letto l’articolo???? “Intanto stanno cominciando i lavori preparatori per realizzare una nuova
      rotonda lungo la Paullese, all’altezza della concessionaria Bossoni.”

      • Mirko

        Certo che ho letto…..io prima di chiudere le strade(aumentando traffico, smog disagio ecc)prima studio una soluzione e poi agisco…..qui?tutto il contrario, prima si chiude e poi è poi è poi è poi…..bohhh con calma si vedrà(vedi strada picenengo,vedi castelleonese,via del sale,via Brescia….e se vuoi vado avanti)

        • Blizzard

          Io credo che la priorità sia quella di mettere in sicurezza i varchi, poi il resto. Mettere le siepi ritengo che sia una spesa inutile, non risolvono il problema dei salti di corsia e poi bisogna fare le manutenzioni (potature, pulizia dalle infestanti ecc.) e non è che le amministrazioni navighino nell’oro.

  • Sorcio Verde

    Non tiriamoli in ballo, se no poi tecnici e amministratori risolvono chiudendo la strada e lasciando passare solo le bici!