Ultim'ora
6 Commenti

Erba tagliata ma non
raccolta: in città è
emergenza forasacchi

E’ polemica in città sul taglio del verde. Le lamentele partono da cittadini di diversi quartieri, che segnalano la mancata raccolta dell’erba tagliata: una comporta un vera e propria invasione di quelle fastidiose spighette chiamate ‘forasacchi’, che di fatto sono le parti vegetali delle graminacee.

Un residuo di sfalcio che risulta pericolosissimo per i quadrupedi, cani e gatti, in quanto queste insidiose spighe si impigliano nel pelo, si infilano nelle orecchie e negli occhi, o a volte addirittura sotto cute. Ma possono persino essere aspirati. Il contatto con questo vegetale da parte degli amici a quattro zampe comporta nella maggior parte dei casi la necessità di un intervento veterinario.

Il problema riguarda diverse zone cittadine: dallo Zaist al quartiere Castello, senza contare tutti i parchi cittadini, dove questo tipo di pianta infestante cresce in abbondanza. Se non vengono raccolti, seccando i forasacchi si spandono un po’ ovunque.

Una situazione segnalata anche negli anni scorsi all’amministrazione comunale, da molti cittadini, che però non hanno mai ricevuto risposta, oppure si sono sentiti dire che i costi di raccoglimento dell’erba tagliata sono troppo alti. Ma il problema riguarda anche chi soffre di allergia: essendo infatti molto leggere, queste spighette si sollevano al primo soffio di vento, creando non pochi problemi per chi è sensibile alle graminacee.

LaBos

 

© Riproduzione riservata
Commenti