7 Commenti

Sequestra la fidanzata
che vuole lasciarlo e la
violenta: arrestato 35enne

Sequestro di persona e violenza sessuale. Sono queste le accuse con le quali è stato arrestato un 35enne straniero residente a Soncino, nei confronti di una vicina di casa con la quale aveva intrecciato una relazione amorosa.

Ma la 30enne, anche lei straniera, aveva intenzione di interrompere la liaison, perché l’uomo più volte si era presentato a casa sua ubriaco e violento. Una decisione che all’amante non è andata giù, tanto che l’ha attesa fuori casa e dopo averle sequestrato chiavi e cellulare, l’ha trascinata nell’abitazione per abusarne sessualmente.

La vittima, dopo essersi ripresa, si è recata prima al nosocomio, dove sono state certificate le lesioni, e poi dai carabinieri di Soncino per sporgere denuncia. L’uomo, in seguito ad accertamenti, è stato quindi sottoposto a fermo e portato in carcere su disposizione del pm di Cremona.

Un fenomeno in crescita, quello della violenza di genere, che viene ogni giorno contrastata da Enti e associazioni del territorio, compresi i carabinieri. “L’invito che viene rinnovato alle vittime è quello di presentarsi con fiducia presso le caserme per chiedere aiuto e sostegno, evitando una tolleranza spesso deleteria dovuta alla paura/vergogna”, ha commentato il Maggiore Carraro.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mirko

    “Negli ultimi anni Cremona è diventata una città tranquilla”…..questo è quello che si diceva.
    80%dei reati fatta da stranieri

    • L’Alter Ego – Psychedelic Ed.

      Quando hai voglia posta pure la fonte delle tue certezze, eh…

      • Illuminatus

        Li leggi tu i giornali, o li commenti soltanto?

        Il cartaceo La Provincia avrebbe 4 pagine in meno se non ci fossero gli stranieri a delinquere.

        • Mirko

          Concordo

        • L’Alter Ego – Psychedelic Ed.

          Ah, ok, il tuo è metodo scientifico, capisco.

  • disqus_jQeGIpbFH9

    Vai di risorse… come sempre.

  • Sorcio Verde

    Gli stranieri sono tutti bravissimi, non delinquono mai, lavorano tutti, sono risorse e dobbiamo accoglierli tutti a braccia aperte.