Un commento

Cremonese sconfitta
a La Spezia 1-0: mesto
esordio per Mandorlini

foto Sessa

Spezia – Cremonese 1-0

Spezia (4-3-1-2): Manfredini; Terzi, Giani, Masi (dal 30’ Augello), Lopez; Mora, Juande, Pessina (dal 23’st Maggiore); De Francesco; Marilungo, Gilardino (dal 26’st Granoche). All. Gallo
A disp.: Di Gennaro, Capelli, Ceccaroni, Bolzoni, Forte, Corbo, Mulattieri, Ammari.

Cremonese (4-3-3): Ujkani; Cinaglia, Canini, Marconi, Renzetti; Cinelli (dal 36’stCavion), Pesce, Arini; Macek (dal 40’st Garcia Tena), Gomez (dal 1’st Scappini), Castrovilli. All. Mandorlini.
A disp.: Ravaglia, D’Avino, Sbrissa, Brighenti, Scamacca, Perrulli, Camara.

Arbitro: Riccardo Ros della sezione di Pordenone, coadiuvato dagli assistenti Marco Scatragli di Arezzo e Vincenzo Soricaro di Barletta. Quarto ufficiale Fabio Piscopo di Imperia.

Gol: 42’st Maggiore
Ammoniti: Cinaglia, Terzi, Pesce, Canini, Masi, Lopez
Espulso: Lopez
Corner: Spezia 2, Cremonese 5

PRIMO TEMPO – Una partita che non si può sbagliare. La Cremonese è chiamata a reagire per superare il momento difficile, con l’aiuto di una nuova guida tecnica, quella di Andrea Mandorlini arrivato in grigiorosso dopo l’esonero di Tesser. Mandorlini cambia modulo affidandosi ad un 4-3-3 con gli esterni pronti a rientrare in un 4-5-1 per dare più densità al centrocampo, con Gomez unica punta. Dall’altra parte Gallo si affida a Gilardino e Marilungo in avanti.
Al 18’ grande occasione della Cremonese che prima con Arini e poi Gomez non riesce a passare. In particolare l’argentino spara alto da ottima posizione. Al 27’ una punizione battuta da De Francesco sul lato sinistro dell’area impegna Ujkani che para senza difficoltà. Al 33’ la Cremonese protesta per un fallo di mani in area di Giani su un pallone calciato da Giani. Ma Ros di Pordenone lascia correre. Nel finale cresce lo Spezia che impegna Ujkani con Gilardino, ma da posizione irregolare. Squadre al riposo dopo 1’ di recupero.

SECONDO TEMPO – Il secondo tempo si apre con un cambio, Scappini per Gomez che in chiusura di tempo ha accusato un problema fisico. Al 2’ punizione di De Francesco dal limite alta di pochissimo. Al 25’ un bel tiro al volo dal limite di Castrovilli con la palla che finisce a lato di pochissimo. La partita offre pochi spunti, di fronte due squadre che hanno paura di farsi male e non lasciano spazi agli attaccanti. Ritmi bassi per una partita che sembra incanalata verso il pareggio, ma che si infiamma nel finale. Al 42’ Maggiore trova un inaspettato vantaggio con un tiro al volo dalla destra che infila il corridoio giusto. Al 90’ arriva prima il giallo e poi il rosso per Lopez, reo di condotta scorretta nei confronti di Castrovilli e poi per aver detto qualcosa di troppo al direttore di casa. Finisce così dopo 5’ di recupero e la classifica si fa sempre più difficile.

Cristina Coppola

fotoservizio Sessa

Grossa occasione per Juanito

Il saluto di Mandorlini ai tifosi dello Spezia

© Riproduzione riservata
Commenti
  • MENCIA

    che disastro pensare che ad inizio di campionato si fantasticava di arriva re in serie A , adesso tanta manna restare in B