5 Commenti

In manette spacciatore
Irruzione dei carabinieri
mentre smercia a 53enne

Gestiva lo spaccio della “piazza” di Annicco, ma ormai la sua fama, in particolare per i prezzi concorrenziali, aveva travalicato i confini della provincia. I servizi di osservazione e gli accertamenti svolti dai militari della Compagnia di Cremona, hanno dimostrato come S.E.E.M., 46enne egiziano, residente ad Annicco, fosse diventato un punto di riferimento per decine di assuntori della zona e non solo.
La sera di venerdì 4 maggio al termine dell’ennesimo servizio di osservazione, organizzato dopo che alcuni residenti di Annicco si erano rivolti all’Arma perché esasperati dell’andirivieni di auto, anche in orario notturno, nei pressi di un’abitazione di via Cremona, i militari sono intervenuti sorprendendo l’uomo, nullafacente e regolare sul territorio nazionale, dopo che aveva appena ceduto sull’uscio della propria abitazione una dose di cocaina ad una vedova 53enne di Travagliato (BS), dietro compenso di 40 euro.
L’ irruzione e contestuale perquisizione dei Carabinieri permetteva di rinvenire diversi involucri, occultati all’interno di una borsa di plastica, posta sul davanzale della finestra del locale adibito a salotto e sotto un divano, contenenti decine di stecchette di hashish per un peso complessivo di gr.110 nonché n.2 involucri di cellophane contenenti sostanza stupefacente del tipo cocaina per un peso lordo di gr.5. Veniva altresì rinvenuto materiale atto al taglio e al confezionamento della sostanza stupefacente e quattro bilancini elettronici di precisione digitali oltre una somma di denaro contante di euro 100 ritenuta provento dell’attività illecita.
Sulla base di quanto riscontrato l’egiziano è stato tratto in arresto nella flagranza del reato per due articoli del codice penale,  sia per aver con più azioni, esecutive di un medesimo disegno criminoso, commesso anche in tempi diversi, violazioni della stessa o di diverse disposizioni di legge e per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
La 53enne invece è stata segnalata alla Prefettura di Brescia quale assuntrice di sostanze stupefacenti.

S.E.E.M., dichiarato in arresto ed espletate formalità di rito, é stato trattenuto presso la camera di sicurezza della Caserma “S. Lucia” di Cremona in attesa di rito direttissimo svoltosi nella mattinata di ieri 5 maggio con la convalida dell’arresto e per cui il prevenuto ha patteggiato un anno di reclusione e 2000 euro di multa. Pena sospesa in quanto incensurato.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Roberto

    In buona sostanza da ieri é nuovamente libero di farsi gli affari suoi

  • Mirko

    Olè…..questa è l’italia che vogliamo.
    L’unico paese al mondo dove se fai un reato non vai in galera, che spettacolo

  • Sorcio Verde

    Tutte buone notizie….ma solo per la Lega!

  • erisso

    Poi ci si meraviglia se l’Italia è diventata il paradiso dei delinquenti, che accorrono a frotte da ogni dove.

  • MENCIA

    bene libero di spacciare naturalmente con piu’ accortezza. Che coraggio pure a casa vende la roba neanche in qualche luogo nascosto