Commenta

La Vanoli agguanta
i playoff! Drake, il ritiro
può attendere

foto Sessa

Fotoservizio Francesco Sessa

VANOLI CREMONA-BETALAND CAPO D’ORLANDO 119-95 ( 33-31, 57-53, 89-72)

VANOLI CREMONA: Johnson Odom 22    Martin 17   Gazzotti , T.Diener 12, Ricci 8 Ruzzier 9   Portannese   3, Fontecchio   13 Sims   22 D.Diener 7      Milbourne 6   All. Sacchetti.

CAPO D’ORLANDO: G. Gallipo , Smith 17   Faust 11 Atsur 17 Kulboka 11 Laganà, Likhodey 8   Campani   15 C. gallipo,    Stojanovic 14    Gaddefors,      Donda 2   All. Mazzon

La Vanoli Cremona non ne vuole sapere di andare in vacanza. Stravince contro la Betaland Capo d’Orlando 119-95 (battuto il record assoluto di punti partita in serie A), condannandolo alla retrocessione ed accede ai play-off grazie al successo 104-99 nel derby emiliano della Grissin Bon Reggio Emilia contro la Virtus Segafredo Bologna.

Il match è subito intenso con le due contendenti che tengono alto il ritmo organizzativo. Segna 8 punti di fila Sims ma ribatte colpo su colpo la Betaland. 17-13 il parziale al 5’ ma doppietta da tre punti di Kulboka e 19-23 al 7’. Continua la serie positiva delle due squadre de è Likhodey a mettersi in luce per il 25-31 ma Cremona non accetta e “bomba” di Travis Diener 33-31 al 10’.

Praticamente le difese non hanno il tempo per sistemarsi che vengono trafitte dagli attacchi. Sims omette il terzo fallo e va in panchina ma sul parquet Ricci è volenteroso e combattivo 42-38 al 14’. L’ex biancoblu Luca Campani si inserisce bene nella difesa cremonese e segna canestri 46-49 al 17’. Johnson Odom autore del sorpasso 51-49 e grande show personale con 17 punti 57-53 all’intervallo.

Il terzo periodo è marchiato con il fuoco da Kelvin Martin che è l’autore della fuga rivelatasi poi decisiva ai fini del successo. Sbaglia parecchie conclusioni il team di coach Mazzon contro la difesa cremonese più attenta e meglio disposta. Schiacciate e canestri dalla distanza per il parziale di 10-0 di Cremona sul 74-64 al 25’.81-66 e gran canestro di Drake Diener. Al 30’89-72.

La Vanoli Cremona mantiene alta la concentrazione e da agli ospiti l’unica chance di rosicchiare qualcosa ma i giochi sono ampiamente fatti. Finisce con il pubblico festoso del Palaradi per questa “ciliegina sulla torta” dei biancoazzurri. Si riprenderà il 17-18 con il primo turno play-off contro Venezia che ha battuto Milano. Come noto doveva essere l’ultima partita in assoluto per “man”Drake Diener che intraprenderà la carriera di allenatore dell’università del Wisconsin in Usa ma l’addio è rimandato Per lui i grandi applausi e tanti ringraziamenti per quanto ha fatto sino a oggi il sodalizio del presidente Aldo Vanoli.

Marco Ravara

© Riproduzione riservata
Commenti