Commenta

Alla ricerca dell'antenato
liutaio: le sorelle Guarneri
dall'America a Cremona

Le sorelle Helen ed Alice Guarneri, insegnanti americane che vivono rispettivamente a Calabasas in California e a Chandler in Arizona, hanno trascorso le vacanze a Cremona per un legame con la liuteria che potrebbe avere radici più profonde della semplice passione: il loro padre Paolo infatti ha sempre sostenuto di essere discendente della dinastia dei maestri liutai cremonesi Guarneri, il cui capostipite è Andrea, figlio di Bartolomeo, nato a Casalbuttano il 13 luglio 1623, mentre l’artigiano più abile e famoso è Giuseppe, noto come Giuseppe Guarneri del Gesù per la sigla IHS sormontata da una croce greca posta sull’etichetta dei suoi strumenti accanto alla firma.
Ebbene, le sorelle americane sono cresciute nel mito della città del Torrazzo con i suoi violini e la musica, vicoli e botteghe, e hanno dunque trascorso una settimana in zona per scandagliare l’Archivio di Stato e altri centri documentali alla ricerca di conferme. Il loro padre Paolo, nato nel 1885 a Campofiorito comune della cintura metropolitana di Palermo, era sbarcato come tanti italiani nel 1905 a Ellis Island con la nave Principe Adalberto. Sono noti i genitori e i nonni, poi però l’albero genealogico si interrompe e lì incomincia la ricerca di Helen ed Alice Guarneri, che attraverso il settimanale Mondo Padano oggi in edicola lanciano un appello ai cremonesi: se vi è qualcuno che ritenga di vantare una parentela con la famiglia dei grandi liutai si faccia avanti e si sottoponga con loro alla prova del Dna, per scoprire la verità.
La grande storia in effetti non aiuta: resta un mistero cosa sia accaduto ai liutai della famiglia Guarneri dopo la morte di Giuseppe del Gesù e del fratello Pietro detto “da Venezia”. La certezza è che del Gesù ha consegnato ai posteri il pregevole “Cannone”, violino appartenuto a Niccolò Paganini.

© Riproduzione riservata
Commenti