Ultim'ora
Commenta

40 anni fa la legge Basaglia
Convegno al Cps di
viale Trento e Trieste

L'ex Inam di viale Trento e Trieste dove ha sede il Cps

Si sta svolgendo questa mattina 26 maggio, presso il CPS di Cremona (Viale Trento e Trieste 15) un incontro aperto alla cittadinanza per condividere riflessioni e considerazioni in tema di salute mentale a quarant’anni dall’entrata in vigore della legge 180.

Intervengono: Gianluca Galimberti (Sindaco di Cremona), Camillo Rossi (Direttore ASST di Cremona), Roberto Poli (UO Psichiatria Cremona) e Giovanni Rizzini (Responsabile CPS Cremona). Partecipano le associazioni Di.Di.A.Psi, Accademia della Follia e Come Together.

Quaranta anni fa, esattamente il 13 maggio del 1978, veniva approvata la legge 180, diventata nota come Legge Basaglia, dal nome dello psichiatra triestino che ne è stato l’alfiere.

La riforma ha rappresentato una rivoluzione nella cura della malattia mentale, costituendo un modello innovativo poi copiato e applicato negli altri Paesi.

Ha restituito dignità al paziente affetto da malattia mentale, riportando sul terreno della cura la follia, chiudendo i manicomi e aprendo i servizi territoriali, riconoscendo l’origine bio-psico-sociale della malattia mentale e trovando un percorso di cura attraverso interventi sanitari, psicologici, e socio-educativi.

A tutt’oggi le ragioni e i principi fondanti che hanno ispirato la Legge Basaglia mantengono tutta la loro forza e, anzi, necessitano di una più diffusa e completa applicazione.

© Riproduzione riservata
Commenti