Ultim'ora
2 Commenti

‘Pessima gestione della
Governance della Fiera’:
Lega alza il tiro su Galimberti

Dopo la nomina del nuovo cda e del presidente di CremonaFiere, Roberto Zanchi, pesantissimo attacco della Lega Nord di Cremona nei confronti del sindaco Gianluca Galimberti. In una nota, firmata dal capogruppo in Consiglio Comunale Alessandro Carpani, dal consigliere comunale Alessandro Fanti, dal segretario cittadino Pietro Burgazzi e dalla Segreteria Cittadina della Lega Nord, il Carroccio cremonese parla di “Un atto di forza nel segno della continuità, quella continuità fatta degli interessi dei singoli che si sono intrecciati negli anni fino a condurre Cremona Fiere sull’orlo del baratro”.

“Continuità assicurata in modo scellerato dal Sindaco Galimberti, in barba ad ogni “predica” sulla necessità di coesione, che crea uno strappo, forse irreversibile, tra le categorie economiche” si legge nel documento. “Strappo tale da spingere il sempre prudente ed illuminato presidente della Camera di Commercio ad astenersi.

Non nascondiamo una forte preoccupazione per il dilettantismo messo in pratica sulla vicenda da quella parte politica, il Pd, che gli elettori hanno chiaramente manifestato di non apprezzare, sia a livello locale che nazionale, nelle ultime tornate elettorali.

La Lega auspica un veloce ripensamento che riporti unità di azione e condivisione di intenti al primo posto e metta definitivamente in soffitta il perseguimento degli interessi dei singoli.

Nessuna critica nei confronti dei nominati, certamente tutti professionalmente preparati, ma che rischiano di dover rendere conto ai propri sponsor diretti, tra i quali pare non esservi più il Comune di Cremona che, a seguito dell’imprudente decisione di cambiare lo statuto, come abbiamo già avuto modo di sottolineare, rimane senza rappresentanza: da due a zero nel giro di poche settimane. Inesorabilmente saranno gli elettori, chiamati alle urne nel 2019 a cancellare definitivamente questo modo subdolo di amministrare la cosa pubblica che non porta risultati a favore dei cittadini.

L’impegno che ci sentiamo di prendere fin da ora nei confronti dei cittadini e delle categorie economiche è quello di rimettere in prima fila l’interesse collettivo, a partire dal giorno successivo alle prossime elezioni comunali, che vinceremo!“.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti