Un commento

Davide Garufi eletto nel
consiglio nazionale giovani
di Confcommercio

Davide Garufi, imprenditore nel settore dell’informatica e delle nuove tecnologie, è stato eletto nel consiglio nazionale dei “Giovani Confcommercio”. Il rinnovo dell’esecutivo degli “under 42” – che avrà come leader il milanese Andrea Colzani – è arrivato (giovedì 31 maggio) durante l’ultima assemblea del gruppo, a Roma, a cui ha partecipato anche il presidente nazionale della Confederazione Carlo Sangalli. “Sono felice di questo risultato – conferma Garufi – che premia quanto, come Confcommercio Cremona, abbiamo saputo realizzare in questi anni. Questa nomina è un ulteriore importante riconoscimento del nostro impegno. Entrare in Consiglio nazionale ci permetterà di fare ancora di più per sostenere i giovani e le start up e per favorire l’innovazione nelle aziende”. “La parola chiave di questi tempi – continua Garufi – è fiducia. Occorre rafforzare le speranze di chi vuole diventare imprenditore. Per raggiungere questo obiettivo abbiamo sviluppato tanti progetti. Abbiamo parlato ai ragazzi delle scuole, con iniziative già nella secondaria inferiore, e a chi, conclusi gli studi, si affaccia al mondo del lavoro”. Tra i progetti realizzati da Garufi e da Confcommercio Cremona, e quelli che nel sul discorso programmatico ha presentato il presidente nazionale Colzani c’è piena sintonia. “Vogliamo dare particolare risalto al tema dell’innovazione e a quello del fare impresa. Mi propongo da subito due obiettivi – ha dichiarato il presidente appena eletto – portare il nostro gruppo verso nuovi temi per cercare di intercettare le opportunità che si incontrano in un contesto complicato come quello attuale e far diventare la nostra realtà il portale di ingresso per una nuova classe di imprenditori”. “I giovani hanno desiderio di diventare imprenditori – conferma Garufi – e possono essere un volano per lo “sviluppo”. Sono un patrimonio prezioso che non possiamo disperdere. Lo confermano anche i dati di una recente ricerca della Camera di Commercio di Milano che documenta come nello scorso anno in Italia siano nate circa trecento imprese giovanili al giorno lungo tutta la penisola (circa centodiecimila). Inoltre i giovani diventano imprenditori soprattutto nel settore del commercio (circa ventuno mila iscrizioni). Al quarto posto in questa classifica, dopo edilizia e agricoltura, c’è il comparto dell’alloggio e ristorazione (oltre seimila). Anche per questo abbiamo, verso le nuove generazioni, una responsabilità importante”. Soddisfazione per la nomina di Garufi è stata espressa anche dal presidente di Confcommercio Vittorio Principe. “Mi congratulo con Davide per questo risultato. L’ho voluto nella mia Giunta e, in questi anni, ne ho apprezzato le doti umane e professionali, la passione e la capacità di intendere la Confcommercio come uno strumento per affiancare le imprese e aiutarle a crescere. Sono certo che con gli stessi principi affronterà questo nuovo impegno”. 
“La presenza di dirigenti di Confcommercio Cremona è sempre più forte negli organi direttivi regionali e nazionali – conclude il segretario generale Paolo Regina – Credo che anche la nomina di Garufi vada intesa anche come un “successo” di tutto il nostro gruppo, una conferma di quanto il lavoro di tutto l’esecutivo abbia saputo raccogliere apprezzamento e rafforzare la “brand reputation” della nostra Associazione”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Roberto

    Se vuoi avviare un attività, é semplicissimo, vai in Confcommercio ti dicono bene facciamo tutto e in 4 e 4otto ti trovi come una croce la tua partita Iva in mano è poi?!? Servono clienti, servono strategie, servono conoscenze, serve esperienza per sopravvivere oggi! La Confcommercio sicuramente queste cose non te le può dare, loro ti fanno i 4 conti quando gli porti le fatture, stop! Chi vuole avviare oggi un’attività, ci pensi bene e non si aspetti nulla.