4 Commenti

Inseguimento nella notte
a Castelverde: in manette
topo di appartamento

Ladro in manette dopo un inseguimento nella notte lungo le vie di Castelverde. L’uomo, il 45enne M.A., nato in Albania, residente a Cremona. A chiamare la centrale operativa dei Carabinieri di Cremona è stato un 50enne residente in paese, che aveva sorpreso 2 individui sospetti, muniti di torcia, all’interno del vialetto laterale dell’abitazione del vicino, e li aveva messi in fuga.

L’uomo era in camera da letto con la finestra aperta, quando ha sentito un rumore che ha subito ricollegato al cancello del vicino. Si è allora alzato dal letto, notando così i due individui con la torcia che si dirigevano sul retro dell’abitazione del vicino, armeggiando poi nei pressi della porta. Accortisi però di essere osservati, i malviventi si sono prima nascosti dietro la siepe e successivamente sono scappati in direzione di via Mons. Gardinali.

I Carabinieri si sono lanciati alla ricerca dei due soggetti, controllando tutte le aree residenziali limitrofe. Poco dopo, alle 03.20 circa, alla Centrale Operativa di Cremona è arrivata una seconda richiesta, da parte di una 47enne residente in via delle Margherite, che aveva sentito dei rumori provenienti dal retro dell’abitazione, e successivamente era scattato l’allarme. La donna era scesa a controllare e aveva riscontrato il tentativo di forzatura di una finestra.

Sono così proseguite le ricerche da parte dei militari lungo le vie di Castelverde, con l’ausilio di un’altra pattuglia nel frattempo fatta convergere da Cremona. Dopo qualche minuto, davanti al “Bar Portici” gli uomini dell’Arma hanno notato un’autovettura Peugeot 307, con a bordo un soggetto che stava effettuando una manovra in retromarcia, per poi dirigersi in via Bergamo.

A quel punto gli uomini dell’Arma hanno pensato bene di controllare il veicolo, azionando i lampeggianti, ma il conducente si è dato alla fuga, percorrendo a gran velocità la via Bergamo in direzione Cremona, procedendo poi sulla tangenziale esterna di Castelverde e tornando nuovamente verso il paese a folle velocità, sempre tallonati dalla pattuglia. L’auto ha terminato la propria corsa in via Matteotti, contro una Lancia Y in sosta, che a sua volta è stata sbalzata contro una Toyota Yaris e un Audi Q3, danneggiandole.

Il conducente, dopo essere sceso dall’auto, è fuggito a piedi scavalcando la recinzione di un’abitazione di via Matteotti e proseguendo poi la fuga a piedi scavalcando i muri e le siepi divisorie di pertinenza degli immobili ubicati nella limitrofa Piazza caduti di Cefalonia. Il soggetto è riuscito inizialmente a far perdere le tracce, finché non è poi stato rintracciato in Piazza Colombo mentre cercava di allontanarsi a bordo di una biciletta, in direzione di via Massimiliano Kolbe. All’intersezione con via con via Bachelet, i militari sono riusciti a bloccarlo.

Sull’auto, i Carabinieri hanno poi rinvenuto vari attrezzi da scasso. La biciletta è invece risultata rubata in un condominio di via Ettore Panni ai danni di un 59enne del posto. Il ladro è stato quindi arrestato nella flagranza del reato di furto di bicicletta in pertinenza di un’abitazione, danneggiamento e possesso ingiustificato di attrezzi atti allo scasso, nonché per resistenza a pubblico ufficiale. In mattinata verrà celebrato il rito per direttissima, mentre i Carabinieri di Cremona, agli ordini del maggiore Rocco Papaleo, stanno proseguendo gli accertamenti finalizzati all’identificazione del complice dell’arrestato, riuscito a dileguarsi.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mario Rossi ₷ᶌ

    Cosa gli farei a questa risorsa…..umh…

  • disqus_jQeGIpbFH9

    Salvini salvaci tu!

  • Gherardo

    Aspettiamo la severa sentenza…….

  • paolo

    Beh, dai, 45enne: direi di lasciarlo in libertà e di dargli pure una pensioncina, magari di invalidità, un aiutino.. alla sua età ancora a “saltare le siepi ed i muretti divisori” delle abitazioni come fosse un arzillo ventenne… dai su, non ha più l’età ed infatti si è fatto beccare..