Commenta

Ac Crema in C: tutto saltato
Ripensamento del club
piacentino prima della firma

In merito al progetto di acquisizione da parte dell’AC Crema 1908 Asd dei diritti di proprietà dell’Associazione Sportiva Pro Piacenza 1919 ai fini della partecipazione al Campionato di Serie C, il presidente Enrico Zucchi specifica: «C’è stata una trattativa che si è svolta in un clima di trasparenza e assoluta franchezza. Nei giorni scorsi, così come previsto nel testo della proposta d’acquisto, abbiamo onorato con serenità gli impegni previsti; l’AC Crema 1908 ha anche garantito la fideiussione richiesta dalle norme. Abbiamo agito alla luce del sole anche con la Lega di Serie C e con la FIGC per rappresentare gli elementi di eccezionalità che ritenevamo essere il presupposto dell’atto che avrebbe potuto far rivivere il calcio professionistico a Crema. Ma oggi, a qualche ora dall’atto, c’è stato un imprevedibile ripensamento da parte dell’amministratore e socio unico del Pro Piacenza, Burzoni Alberto, che sorprendendoci ha cambiato idea disattendendo quanto concordato. Ne prendiamo atto e continuiamo nel percorso intrapreso quattro anni fa».

«Abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fare e non abbiamo rimpianti» conclude Zucchi. «Abbiamo lavorato per cogliere questa importante opportunità coerentemente con le premesse di un progetto sportivo e sociale che da sempre individua come meta naturale l’approdo al mondo del calcio professionistico».

© Riproduzione riservata
Commenti