Commenta

Salame Cremona IGP,
riconosciuto da Treccani
eccellenza agroalimentare

Il Salame Cremona IGP è un’eccellenza dell’agroalimentare e dell’enogastronomia d’Italia. Il salame IGP, salvaguardato dal disciplinare imposto dall’omonimo Consorzio di Tutela, era già stato identificato quale ‘prodotto tipico rappresentativo della cultura, delle tradizioni, della storia, nonché dell’economia cremonese’, ma ora è stato anche inserito nell’Atlante Qualivita del progetto editoriale ‘Treccani Gusto’ in quanto prodotto facente parte delle eccellenze dell’agroalimentare e dell’enogastronomia del Belpaese. Si tratta di un progetto promosso appunto da Treccani, da oltre 90 anni punto di riferimento della diffusione della cultura italiana, e Qualivita, Fondazione impegnata nella valorizzazione delle produzioni agroalimentari italiane di qualità.

“Per il nostro Consorzio di Tutela si tratta di una grande soddisfazione – afferma il presidente Fabio Tambani – in quanto tutto ciò avalla la nostra costante opera di promozione di un prodotto che oltre ad essere buono ed unico al mondo nella sua specificità, è anche rappresentativo dell’economia locale e nazionale e può essere considerato a pieno titolo come una vera espressione culturale dei territori dove viene prodotto. Esso rappresenta anche un simbolo di una filiera di lavoro, che va dall’allevamento dei maiali, alla macellazione, alla lavorazione delle carni per arrivare alla produzione e commercializzazione dei salumi che per la provincia di Cremona, ma anche per quelle limitrofe, risulta caratterizzante della storia agroalimentare italiana”.

“Tutto questo – conclude Tambani – conferisce ancora maggior significato alla Festa del Salame che, dopo l’edizione di grande successo tenutasi nel 2017, riproporremo il 26, 27 e 28 ottobre di quest’anno nel centro storico di Cremona, quale occasione opportuna per celebrare un salume che sa richiamare visibilità ed interesse a beneficio della nostra città”.

© Riproduzione riservata
Commenti