Commenta

Nuovo defibrillatore
alle Colonie Padane, dono
del Rotaract Distretto 2050

Da venerdì alle Colonie Padane è disponibile un defibrillatore. L’apparecchio è stato donato da Rotaract Distretto 2050, gruppo giovani del Rotary di Mantova, Cremona, Brescia, Piacenza, Pavia, Lodi, Milano sud. All’inaugurazione dello strumento salva-vita, avvenuta questa mattina, erano presenti il Sindaco Gianluca Galimberti, Francesco Sassi, rappresentante distrettuale del Rotaract Distretto 2050, Lorenzo Basola, presidente Rotaract Club Cremona, accompagnato da alcuni soci, e Ugo Rizzi, direttore Areu 118 (Azienda Regionale Emergenza Urgenza). La donazione rientra nel progetto di service denominato Rotaheart, realizzato dal Rotaract 2050 sull’intero territorio di cui fa parte anche Cremona, e ha come scopo la prevenzione delle malattie cardiovascolari, tra le prime cause cause di morte in Italia con un’età di soggetti a rischio che si sta gradualmente abbassando.

Il service, come ha spiegato Sassi, si è sviluppato attraverso appuntamenti di sensibilizzazione, realizzando poi il progetto dal punto di vista finanziario donando un Dae (defibrillatore automatico esterno) per ogni provincia del Distretto. Il progetto è seguito nelle varie fasi dal personale di Areu 118. La donazione vuole essere un contributo tangibile per il soccorso, la prevenzione e la sensibilizzazione dei cittadini.

Il aindaco Gianluca Galimberti ha innanzitutto ringraziato Francesco Sassi e il distretto Rotaract 2050 per le iniziative di sensibilizzazione rivolte al mondo giovanile e, in particolare, per l’importante Progetto Rotaheart che coinvolge il nostro territorio. Un ringraziamento anche al Direttore Areu 118 Ugo Rizzi, che, insieme ai suoi collaboratori, non solo gestisce i corsi di rianimazione cardio-polmonare per utilizzare il defibrillatore, ma è attivamente impegnato nella diffusione di questo importante strumento in strutture (società sportive, enti e aziende) e su suolo pubblico.

Grazie alla riqualificazione che ha interessato l’intero complesso delle Colonie Padane, questo parco attrezzato è diventato un luogo molto frequentato oltre che un centro di animazione dove si svolgono varie iniziative alle quali partecipano numerosi giovani: l’installazione del Dae rappresenta un valore aggiunto in termini di sicurezza ed attenzione alla salute di tutti i frequentatori.

Il Rotaract è un programma del Rotary International riservato ai giovani dai 18 ai 30 anni e il Distretto 2050 – Italia è uno dei tredici Distretti italiani cui fanno capo 35 Club delle province di Brescia, Milano, Cremona, Mantova, Pavia, Lodi e Piacenza. I Rotaract Club di tutto il mondo si pongono obiettivi quali la sensibilizzazione dei giovani sulle esigenze della comunità locale ed internazionale offrendo loro l’opportunità di affrontarle, la promozione del rispetto dei diritti altrui e lo sviluppo di principi etici nella professione.

© Riproduzione riservata
Commenti