Commenta

Nuoto, Baldesio e Bissolati
sugli scudi tra successi
individuali e di squadra

Straordinario weekend di gare in quel di Mecenate per la Canottieri Bissolati ed in particolare per l’atleta bissolatino Pietro Fanfoni. Il ranista, allenato da Massimiliano Regonelli e Michele Lampugnani, fa doppietta nelle sue gare di punta, 100rana e 200rana nuotando i nuovi personali con 1.08.68 e 2.28.65 e scala la classifica nei 200misti dove, partendo dalla 25esima posizione, ottiene un argento inaspettato in 2.19.46 con tempo limite per i Campionati Italiani Estivi. Prossimi appuntamenti per Pietro sono proprio i campionati italiani di Roma dove difenderà i colori bissolatini in tutte e tre le gare. Per la Bissolati presenti anche Pietro Lazzari nei 100 e 200rana e Pietro Regonelli nei 100rana.

Per quanto riguarda la Baldesio, invece, al “Campeonato Infantil de Verano” che si è svolto a Cadice, in Spagna, si è reso grande protagonista Tommaso De Nova, il portacolori baldesino che vive e si allena in terra iberica. Tommaso, infatti, ha ottenuto una splendida doppietta salendo sul gradino più alto del podio nei 50 e nei 100sl con i tempi di 24”40 e 53”67, dimostrando un ottimo stato di forma già al mattino nelle qualificazioni dove, nella vasca secca dei 50, ha nuotato addirittura il personale di 24”27, grazie al quale migliora di altri 10/100 il già suo record provinciale stabilito proprio in occasione del Trofeo “Baldesio” di metà giugno.

Sempre a livello individuale, il velocista classe 2002 ha portato a casa anche un quarto posto nei 200 misti con 2’17”87 e un quinto nei 200sl in cui ha limato qualcosa al personale coprendo le quattro vasche in 2’01”16. Nelle staffette dell’Inacua Malaga, Tommaso ha nuotato la prima frazione sia nella 4x100sl (53”62), sia nella 4x200sl (2’01”81) e ha coperto in 1’00”67 la frazione interna a farfalla della 4×100 mista. Per la cronaca, anche grazie a lui, il club andaluso ha chiuso in terza posizione in tutte e tre le staffette. Ora, archiviato questo impegno regionale, per Tommaso si prospetta un duplice impegno: i Campionati Spagnoli in programma a Madrid a fine luglio e i Campionati Italiani Estivi di Roma di inizio agosto nei quali difenderà i colori della Baldesio su 50 e 100sl, gare nelle quali è già qualificato.

Nello scorso weekend doppio impegno per i ragazzi baldesini, anche a Lodi con i Regionali Esordienti A e a Milano nei Regionali Estivi dedicati ai Ragazzi. Nell’impianto milanese, si è messa in luce Gaia Dall’Igna che, ancora una volta, ha saputo limare ulteriormente il personale nella distanza preferita dei 100 rana, riuscendo a scendere addirittura a 1’15”07 nella finale A pomeridiana nella quale purtroppo ha mancato il podio piazzandosi quarta. Bene la ranista baldesina anche nella doppia distanza della rana, riscattando la prestazione in chiaroscuro delle batterie e vincendo la finale B in 2’47”93, a pochissimo dal tempo limite richiesto per Roma. Oltre a lei, la coetanea Giulia Gerevini nei 200sl ha finalmente raggiunto l’obiettivo del tempo limite tricolore nuotando le quattro vasche in 2’11”98, che si aggiunge alla già conquistata qualificazione sui 400sl. La mezzofondista cremonese ha inoltre nuotato i 400 in 4’36”21 e gli 800 con il nuovo personale di lunga di 9’30”05, oltre a prendere parte anche ai 100sl (1’02”61) e all’accoppiata 100-200 dorso rispettivamente in 1’11”53 e 2’31”16.

Bene si è comportata anche Paola Roversi, classe 2005, che nelle qualifiche dei 200 farfalla ha nuotato il personale di 2’29”61, non lontana dal minimo richiesto per Roma, per poi peggiorarsi in finale con 2’30”65. Per lei comunque la conquista di una finale A e il sesto posto finale davvero buono al primo anno di appartenenza alla categoria. Per Paola anche notevoli progressi nei 100 farfalla dove ha realizzato 1’09”61 e personali anche nei 200 misti dove in finale B ha firmato 2’31”81 e nei 400 misti nei quali ha fermato le lancette ad un ottimo 5’21”00. Infine, sempre tra le femmine, gare di buon livello anche per Caterina Morabito nei 400 misti con il personale di lunga di 5’40”06 e per Iris Zanicotti nei 100 dorso, autrice di 1’15”95.

Per quanto riguarda le staffette, la 4x100sl composta da Giulia Gerevini (1’02”90), Gaia Dall’Igna (1’03”21), Matilde Cattadori (1’07”60) e Paola Roversi (1’03”21) ha firmato una prestazione da 4’16”92; nella mista due i quartetti femminili: quello composto da Gerevini a dorso (1’10”21-personale), Dall’Igna a rana (1’17”37), Roversi a farfalla (1’10”95) e Zanicotti a stile libero (1’06”40) ha totalizzato 4’44”73, precedendo la seconda formazione che vedeva Beatrice Aletti a dorso (1’17”24), Alice Castelli a rana (1’34”59), Caterina Morabito a farfalla (1’13”02) e Arianna Vai a stile libero (1’13”70), per un complessivo crono da 5’18”55.

Tra i maschi Alessandro Malfasi ha infatti ottenuto il personale di 54”72 nella finale A dei 100sl piazzandosi quarto e fermandosi a pochissimi centesimi dal 54”63 richiesto per Roma, nuotando veramente un ottima prova. Alessandro ha poi nuotato su ottimi livelli anche i 200sl completando le qualificazioni in 2’02”55 (primato personale in lunga), peggiorandosi in finale, dove a causa della stanchezza, ha timbrato 2’05”40, mentre sullo sprint puro dei 50, lo stesso atleta ha nuotato in 25”57 il turno pomeridiano, peggiorando leggermente in 25”47 del mattino. Buone risposte anche da Alessandro Bernini, classe 2003, che ha conseguito il personale dei 100 farfalla con 1’01”64, mentre su 50 e 100sl ha ottenuto rispettivamente 25”75 e 57”69 e dal coetaneo Stefano Ceriali che ha coperto 100 e 200 dorso con i tempi di 1’06”31 e 2’23”49 e i 200 misti in 2’22”85, tutti suoi personali. Infine significativo miglioramento per Gabriele Montagni, classe 2004, nei 200 dorso in cui ha fermato i cronometri a 2’25”82.

Nelle staffette con la 4x100sl composta tutta da giovanissimi e nello specifico da Paolo Garletti (1’02”01), Alessio Rossetti (1’04”38), Davide Piccioni (1’05”33) e Filippo Ghisolfi (1’02”73) per un totale di 4’14”45, mentre la 4×100 mista con Montagni a dorso (1’09”73), Ceriali a rana (1’17”80), Bernini a farfalla (1’05”66) e Malfasi a stile libero (56”29) ha fermato i cronometri ad un complessivo di 4’29”16.

Il bellissimo impianto natatorio del Centro Sportivo “Faustina” di Lodi ha ospitato per la prima volta i Campionati Regionali Esordienti A, vista la concomitanza con i Regionali Ragazzi svoltisi in quel di Milano. Veramente nutrita la truppa della Canottieri Baldesio, accompagnata come sempre dal giovane tecnico Cristian Bonetti che, con passione e professionalità, ha seguito quotidianamente gli allenamenti di questo gruppo per l’intera stagione.

Nella trasferta lodigiana il gruppo si è indiscutibilmente ben comportato, concludendo di fatto la propria stagione agonistica nel migliore dei modi, visto e considerato che la sezione maschile, non va dimenticato, era composta per la sua quasi totalità da elementi nati nel 2006 che, a differenza dell’impegno regionale invernale, hanno dovuto fronteggiare i più esperti elementi del 2005. Più dettagliatamente, per quanto concerne le gare maschili, in luce Giulio Rinaldi che, a livello individuale, si è misurato in tutte le distanze dello stile libero coprendo dai 100 ai 1.500, oltre che nei 100 farfalla. Giulio ha infatti nuotato la “gara regina” in 1’06”50, i 200 in 2’23”42, i 400 in un ottimo 5’03”71 e per finire i lunghi 1.500 in 19’49”34, aumentando addirittura di ritmo negli ultimi 500 metri, oltre ad un discreto 100 farfalla da 1’20”61.

Quanto a Thomas Mnatacanian, molto bene le sue prove su 100 e 200 farfalla con i personali di lunga da 1’12”68 e 2’44”93 e bene anche nello stile libero con la tripletta 100-200-400 rispettivamente da 1’08”63, 2’29”70 e 5’08”21. Tempi più che buoni anche per Tommaso Felisari che nella specialità preferita della rana ha timbrato 1’24”09 nei 100 e 3’00”63 nella doppia distanza, ricalcando praticamente il personale nuotato in occasione del Trofeo “Baldesio”, per poi prendere parte anche a 100sl (1’08”43), 200 misti (2’45”96) e 400 misti (5’50”87).

Bene si è comportato anche Marco Suardi che ha realizzato 1’18”64 e 2’46”72 nei 100 e 200 dorso e ha ben nuotato i misti con 2’50”94 nei 200 e 5’59”08, oltre che ad un meno congeniale 100 rana da 1’33”40. Su livelli più che buoni anche Riccardo Ziliani che ha preso parte con onore a 100 e 200 rana fermando le lancette a 1’32”56 e 3’16”93, Tommaso Pavesi nei 200 farfalla in cui ha toccato il muro al personale di 2’46”65 e Giacomo Barboglio che sempre negli impegnativi 200 farfalla ha ottenuto un notevole miglioramento scendendo a 3’12”93.

La “truppa maschile” ha ben figurato anche nelle staffette. Nella 4x100sl, infatti, il quartetto formato da Tommaso Felisari (1’10”28), Marco Suardi (1’10”72), Thomas Mnatacanian (1’09”26) e da un super Giulio Rinaldi in chiusura da 1’06”30, grazie al complessivo crono di 4’36”06, ha avuto la meglio sulla seconda formazione baldesina composta da Luca Bolzacchi (1’13”76), Giacomo Barboglio (1’18”77), Alessio Lasagna (1’10”96) e Tommaso Pavesi da 1’11”01 che in totale ha realizzato 4’54”47.

Nella 4×100 mista invece Suardi a dorso (1’17”37), Felisari a rana (1’23”38), Mnatacanian a farfalla (1’14”06) e Rinaldi (1’06”70 dopo lo sforzo dei 1500) hanno firmato un complessivo da 5’01”51, precedendo, anche in questo caso, i compagni del secondo quartetto ovvero Barboglio (1’27”42), Ziliani (1’32”8), Bolzacchi (1’34”15) e un ottimo Alessio Lasagna da 1’10”46 in chiusura per un totale di 5’44”83.

Quanto alle gare femminili, molto bene Silvia Denti che si è cimentata con risultati più che soddisfacenti in differenti specialità. Silvia infatti ha nuotato i 100 e i 200 farfalla rispettivamente in 1’15”95 e 2’52”86, i 200 misti in 2’50”69 e i 100sl in 1’09”88, nei quali è stata preceduta di qualche centesimo dalla compagna Aurora Denti, autrice di 1’09”83. In linea con i propri personali anche la ranista Greta Iannone che ha firmato rispettivamente 1’28”80 nei 100 e 3’13”38 nei 200 della specialità preferita e infine, davvero in gran spolvero Greta Suardi (2007) che negli 800sl ha fermato le lancette ad un ottimo 11’17”93, grazie ad un’andatura molto regolare.

Quanto alle staffette femminili, due le formazioni baldesine schierate nella 4x100sl e più specificamente la prima con Giorgia Vai (1’17”78), Greta Iannone (1’10”91), Aurora Denti (1’08”90) e Silvia Denti (1’07”46) in cui hanno totalizzato 4’44”12 mentre il secondo quartetto composto da Greta Suardi (1’16”07), Melissa Marcadini (1’13”24), Lavinia Politi (1’27”85) e Matilde Mariotti (1’23”32) hanno firmato un complessivo da 5’25”23. Nella mista, invece, Aurora Denti a dorso (1’25”86), Greta Iannone a rana (1’29”92), Silvia Denti a farfalla (1’14”79) e Giorgia Vai a stile libero (1’14”83) si sono fatte onore in 5’25”40.

Tanto rappresentato, i Regionali di Lodi hanno di fatto concluso l’annata agonistica di questi ragazzi per i quali è ora arrivato un po’ di meritato riposo prima di ripartire per la nuova annata che vedrà la maggior parte del gruppo femminile approdare alla categoria Ragazzi e, come già detto, buona parte del gruppo maschile affrontare il secondo anno di Esordienti A. Complimenti a tutti i ragazzi e un grazie speciale a Cristian Bonetti che, oltre a seguirli tecnicamente, ha saputo creare affiatamento e coesione all’interno del gruppo (cosa per nulla scontata) e anche ai genitori che, nel corso di questi mesi, con sacrificio hanno accompagnato i propri figli ad allenamenti e gare, credendo in questo ambizioso e duraturo progetto agonistico.

Cristina Coppola

Pietro Fanfoni (Bissolati) sul gradino più alto del podio dei 100 rana

© Riproduzione riservata
Commenti