16 Commenti

In Comune una
delegazione della
Consulta degli stranieri

La Presidente del Consiglio comunale Simona Pasquali ha accolto in Comune una delegazione della Consulta Comunale delle cittadine e dei cittadini stranieri. Un incontro mirato a conoscere da vicino il funzionamento degli organi istituzionali con i quali è chiamata a rapportarsi. Infatti la Consulta si propone quale organo consultivo di rappresentanza che opera per la piena inclusione di tutti i cittadini residenti, della convivenza, della partecipazione civica, della conoscenza e della condivisione dei valori fondanti della Repubblica italiana. E’ un organo consultivo del Sindaco, della Giunta, del Consiglio Comunale, delle Commissioni Consiliari. Ad essi la Consulta, tra l’altro, può presentare pareri sulle proposte di deliberazione e sottoporre proprie proposte su tutto ciò che riguarda la vita amministrativa della città.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mario Rossi SV

    Utilità?

    • Illuminatus

      Nessuna. Sono loro che si devono integrare, e basta.

      • Alceste Ferrari

        Caro Inutilus
        Non vivi in una società ariana di super eroi, ma in un mondo globalizzato dove esistono storie e culture diverse.
        Se vuoi che si viva secondo le tue regole, esigenza legittima, bisogna che si aprano dei dialoghi e per farlo bisogna sapere con chi farlo, bisogna avere dei referenti che abbiano l’autorevolezza anche per farsi rispettare dai propri rappresentati e dialogarci; bisogna costruire percorsi di istruzione perché si riesca a parlare la stessa lingua (e non mi riferisco all’italiano, ma al complesso di regole che condividiamo); bisogna al tempo stesso riconoscere l’apporto che queste persone danno alla nostra economia, visto che pagano tasse e contributi come e spesso più di noi.
        E visto che paga tasse e contributi ha diritti almeno quanto chi questi diritti li ha per nascita, anche se poi vive di espedienti, lavoro nero e evasione fiscale (tutti pregi tipicamente nazionali e nazionalisti)

        • Mario Rossi SV

          Evidentemente chi ha le tessere del PD che gli coprono gli occhi, non ha mai visto ad esempio un cinese non fare gli scontrini, o avere attività di” massaggio” non proprio regolari, senza contare chi ti vende gli articoli contraffatti in nero. Ma dove vivi, su Marte?.
          Quando si è troppo faziosi è meglio stare zitti!

          • Alceste Ferrari

            Vivo in mezzo alla gente, conosco molti stranieri, conosco e frequento chi lavora per la vera integrazione, per esempio Insegna in scuole frequentate da studenti con storie aberranti alle spalle: io li guardo negli occhi, ascolto le loro storie e, quando serve, li correggo
            Sono PERSONE, non pezzi di carne
            Tu non so in che mondo vivi, soprattutto non capisco come ci vivi.
            Preconcetti, false informazioni, banalizzazioni da barzelletta; tutto questo condito con la complicità con dei veri assassini per procura
            Non è questione di tessere, è questione di civiltà

          • Illuminatus

            Caro Alceste Ferrari, ho pensato proprio a Lei in tanto che postavo sui colombiani che sporcano di yogurt gli anziani che hanno appena ritirato la pensione per poi rubargliela (articolo più recente qui su).

            Ma Lei. Gli occhi li ha?

          • Mario Rossi SV

            Io qui, Io la, io faccio, io vedo, io sono il migliore, solo il mio pensiero è quello giusto.
            Ma ti sei mai letto, ma va la, ma fammi il piacere e torna con i piedi per terra e abbi un po’ meno presunzione, che ti farebbe bene!

          • L’algerino

            dal 2006 entravano in italia quasi 100 Milla straniero per lavorare (cercare un lavoro ) all’anno fino al 2012 ? Sai che c’era nel governo! !!!! La destra italiana , e poi quando arrivato il PD l’hanno tolto questo decreto ??? Ma io non capisco niente .. o meglio devo fare la tessera con la Lega Nord 😀😀

          • Blizzard

            Dovresti fare tesoro della tua ultima affermazione in quanto un po’ fazioso mi sembra che tu lo sia. Se poi oltre ai cinesi che non fanno gli scontrini non vedi gli italianissimi idraulici che non fatturano niente o al massimo il 50% o gli italianissimi ferrovieri o i baby pensionati che di secondo lavoro fanno gli imbianchini rigorosamente in nero, beh allora sei molto fazioso.

          • Mario Rossi SV

            Concordo, ma converrai con me che è ridicolo affermare “che pagano tasse e contributi come e SPESSO PIU’ di noi”.

          • Alceste Ferrari

            Ti spiego due cose che forse non sai
            Primo: uno straniero per mantenere il permesso di soggiorno deve avere un lavoro regolare, con contributi versati (non in nero). Quindi paga tasse, oltre che appunto i contributivi.
            Secondo: un notevole numero di immigrati ad un certo punto scelgono di tornarsene al proprio paese d’origine, molto prima di avere raggiunto i requisiti minimi per una pensione. E questo comporta che anni di contributi versati restano nelle casse dell’INPS.
            Stiamo parlando, fra uno e l’altro, del 3% del PIL
            Questo intendo quando dicevo che, in alcuni casi, che pagano più di altri: versano per qualcosa di cui non hanno beneficio

          • Illuminatus

            Non è del tutto esatto.

            Esistono i permessi di soggiorno per studio, non solo per lavoro. Poi, basta essere sposati con un cittadino/a italiano/a per cinque anni per aver diritto al permesso di soggiorno con validità illimitata.

            Solo per chiarire.

          • Mario Rossi SV

            Ah si, chi paga le prigioni per i delinquenti stranieri visto che sono la maggioranza?
            Chi paga per la polizia e i giudici per acciuffare e condannare i delinquenti stranieri ( anche qui inutile dirlo in maggioranza)?
            Chi paga per mantenere tutti i rifugiati che poi rifugiati non sono, se non nel 7% dei casi? Chi paga per questi finti rifugiati quando stanno male o hanno bisogno di cure?
            Hai mai fatto un giro per gli uffici che gestiscono le case popolari? Credi che le abbiano pagate loro le case che vengono assegnate, costruite negli anni 60′, 70′, 80′?
            Vuoi che continui ? O ti basta? Il tuo 3% è sicuramente riferito alla percentuale di voti alle prossime elezioni della sinistra, non è uno slogan e una certezza matematica!

          • Andrea

            Veramente sono circa un terzo gli stranieri detenuti, il resto sono italiani. Sono comunque tanti ma non più della metà, direi realisticamente parlando il 35%. Per il discorso delle ruberie hai ragione, i centri massaggi e i supermercatoni cinesi sono l’inno all’evasione, ma lo stato italiano ha una grande risorsa in questo senso chiamata “guardia di finanza” che, se funzionasse, ci toglierebbe questo problema. Se evadi in Cina ti beccano, questa è una nostra mancanza. Non puoi pretendere che la gente sia corretta in un paese dove i primi a non esserlo sono le istituzioni.

  • L’algerino

    La francia è un esempio ,Dove l’immigrati hanno regalato la Copa del mondo …

    • Andrea è tornato ⭐️⭐️⭐️

      Bello schifo infatti