Un commento

Canottaggio, oro per il quattro
di coppia di Giacomo Gentili a
Europei Under23 di Glasgow

CANOTTAGGIO MASCHILE

È un oro magnifico, quello conquistato dal quattro di coppia di Giacomo Gentili (Fiamme Gialle/ Bissolati) con Andrea Panizza, Luca Rambaldi e Filippo Mondelli, agli Europei Under23 di Glasgow.

Il quadruplo azzurro, tra le barche più in vista a Glasgow, aveva già conquistato l’accesso alla finale con una prestazione maiuscola in batteria. Al via è l’Ucraina ad andare all’attacco a 46 colpi mentre tocca i 50 il capovoga Gentili, che scende gradualmente sui 40 per far transitare la barca azzurra in terza posizione ai 500 metri, a tre decimi dall’Ucraina e poco meno dalla Polonia seconda. Vera bagarre in questa finale del quadruplo con l’armo italiano che per la medaglia deve vedersela anche con la Lituania, apparsa appannata in qualifica ma con a bordo uomini di assoluto livello. Poi è la Polonia a prendere il comando ma si tratta di un fuoco di paglia perché i quattro azzurri risucchiano subito i polacchi andando ad occupare la prima posizione a metà gara, con oltre mezzo secondo sulla Polonia mentre per il bronzo l’Ucraina sta avendo la meglio sull’Olanda. Prosegue compatta l’Italremo del quadruplo, che ai 1500 metri addirittura prova a mettere luce tra sé e gli avversari, sta dominando questa finale la barca azzurra, nuovamente splendida protagonista di una specialità della quale ha scritto la storia. Gli ultimi 500 metri vedono gli avversari attaccare l’Italia, la Lituania ci prova ma è troppo forte, troppo potente l’Italia, che sale sul tetto d’Europa! Argento Lituania, bronzo Polonia, Italia campione e al secondo oro della spedizione scozzese.

Tempi:

Italia (Filippo Mondelli-Fiamme 5.41.92, 2. Lituania (Dovydas Nemeravicius, Saulius Ritter, Rolandas Mascinskas, Aurimas Adomavicius) 5.43.40, 3. Polonia (Szymon Posnik, Maciej Zawojski, Dominik Czaja, Wiktor Chabel) 5.43.88

CANOTTAGGIO FEMMINILE

A un passo dal bronzo il doppio femminile di Alessandra Montesano (Eridanea) e Valentina Iseppi Aniene negli Europei Assoluti di Glasgow. Parte molto bene la Francia con le azzurre che, con un ritmo di 42 colpi, si tengono subito bene in contatto. Ai 300 metri le favorite Lituane prendono il comando della gara seguite dalle olandesi, che non mollano un colpo. Ai 500 metri le due battistrada transitano nell’ordine, mentre l’Italia è sesta ma attaccata alle immediate inseguitrici. Nel secondo quarto di gara la Lituania cerca di fiaccare le avversarie imponendo un ritmo molto elevato, con l’Italia che dalle retrovie comincia a recuperare una posizione. L’intertempo di metà gara vede sempre Lituania e Olanda davanti a tutti, mentre alle loro spalle comincia ad infiammarsi la lotta per il terzo posto tra Francia, Repubblica Ceca e Italia. Ai 1300 l’Italia, dopo aver superato in progressione anche le Ceche, comincia un entusiasmante punta a punta con la Francia. Ai 1500 metri i distacchi tra le prime quattro imbarcazioni si sono ormai molto ridotte, con l’Olanda che attacca la Lituania e le azzurre che a loro volta attaccano prepotentemente. Finale di gara al cardiopalmo con quattro barche affiancate a lottare per le medaglie, che si risolve solo al fotofinish a vantaggio della Francia che vince di misurissima sull’Olanda, mentre per solo 6 centesimi la Lituania beffa sul traguardo le azzurre, autrici di una prova veramente superlativa che le vede concludere a soli 61 centesimi dalla medaglia d’oro. Bravissime Alessandra e Valentina! Italia quarta. 1. Francia (Helene Lefebvre, Elodie Ravera-Scaramozzino) 6.55.99, 2. Olanda (Roos De Jong, Lisa Scheenaard) 6.56.29, 3. Lituania (Milda Valciukaite, Leva Adomaviciute) 6.56.54, 4. Italia (Valentina Iseppi-CC Aniene, Alessandra Montesano-SC Eridanea) 6.56.60

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Diletta Gobbi

    Bravissimi complimenti