Commenta

Settembre Pizzighettonese al
via con l'Ambulina Rustida e
la tradizione dialettale

Scatterà venerdì 31 agosto la tradizionale ‘Ambulina Rustida’ a Pizzighettone. L’evento, organizzato dalla Pro Loco, giunge quest’anno alla 18esima edizione. Pesce fritto, polenta e un bicchiere di rosso, come impone la tradizione. Oltre al pesciolino fritto, sarà infatti possibile gustare primi piatti (gnocchi e zola o ragù, pisarei e fasò) e altre specialità del nostro territorio quali salumi e formaggi. L’ambulina, o alborella, era, sino a poco tempo fa, un tipico prodotto del fiume e costava pochissimo, come le fette di polenta e i bicchieri di vino che accompagnavano la frittura, come sottolineano gli organizzatori, che aggiungono: “La consuetudine dell’ambulina rustida stava ormai scomparendo, come il duro lavoro dei ‘cavatori di sabbia’, mentre le alborelle erano diventate una rarità. Allora si è deciso di trasformare quella tradizione quasi estinta in una manifestazione, prima che ne svanisse del tutto la memoria”. L’ambulina, con il concorso degli abitanti di Pizzighettone e dei volontari della Pro Loco, “è uscita dalle osterie ed è stata riproposta prima in piazza Mercato, poi nella splendida area a ridosso e all’interno della cerchia muraria di Via Boneschi”. Per questo la manifestazione avrà luogo anche in caso di maltempo.  Sarà possibile mangiare le specialità rivierasche venerdì e sabato dalle 18.00 alle 23.00 e domenica dalle 11.00 alle 14.00 e dalle 18.00 alle 22.00. Attivo anche il servizio d’asporto: per tutti e tre i giorni dalle 18.00 alle 19.00 (domenica anche dalle 11.00 alle 12.00).

L’Ambulina Rustida si inserisce nel ‘Settembre Pizzighettonese’, una serie di eventi organizzati sempre dalla Pro Loco del borgo. Già domenica 2, andrà in scena nel suggestivo scenario del Rivellino la rassegna di poesie, prose e canti dialettali ‘Pisighitòn in dialèt. L’Àda e la so gènt’. Tra sabato 29 e domenica 30, invece, altro weekend ricco di eventi: dalla ‘Notte al museo: fiume di musica’ (one man show di Maurizio Fenini con la sua chitarra folk-blues), l’11esima edizione della mostra mostra mercto Hobby Creativi e la mostra itinerante ‘La Grande Guerra – Fede e valore’ che, attraverso diciotto pannelli esplicativi espsoti nella Casamatta numero 1, farà rivivere gli avvenimenti, i volti e i luoghi della tragica vicenda dell’Italia in armi.

© Riproduzione riservata
Commenti