Commenta

Investe con l'auto
l'uomo accusato di aver
stuprato la moglie

Foto di repertorio

Avrebbe investito colui che gli aveva stuprato la moglie diversi mesi fa: una storia contorta e intricata quella verificatasi a Soncino, che ha tutti gli ingredienti del più torbido thriller. Lunedì mattina un indiano di 35 anni è stato investito da un’auto, mentre transitava in bicicletta. Fin qui niente di strano, e l’uomo non ha riportato ferite particolarmente gravi, tranne un trauma alla testa.

A rendere intricata la storia sono i retroscena: l’investitore, 40enne, risulta infatti essere il marito della donna che era stata vittima di violenza a inizio anno, secondo gli inquirenti proprio ad opera dell’indiano stesso, che era stato anche suo amante.

L’incidente si è verificato nei pressi dell’ingresso della casa di riposo di Soncino e sembra sia senza testimoni. Tuttavia i Carabinieri di Soncino, che stanno indagando sulla vicenda, hanno a disposizione le immagni di alcune telecamere presenti in zona, con cui vogliono ricostruire la dinamica del sinistro.

Intanto, hanno scoperto che a inizio 2018 il 35enne aveva violentato la donna, sua connazionale, madre di tre figli e sua vicina di casa. Il drammatico episodio, che  accaduto dopo che la donna aveva deciso di interrompere la relazione, proprio a causa dell’atteggiamento violento dell’amante, era stato denunciato ai Carabinieri, che avevano poi arrestato il violentatore.

Questi era ora stato rimesso in libertà in attesa del processo, fissato per novembre. In tutto questo il marito aveva nel frattempo scopreto quanto accaduto. E nella mattinata di ieri, si è verificato l’incidente. Sebbene l’automobilista per il momento non sia indagato per un gesto volontario, le indagini sono in corso per capire se vi sia effettivamente stato il dolo.

© Riproduzione riservata
Commenti