Commenta

Lunedì nero per i pendolari:
per un guasto ritardi fino a
70 minuti sulla Mi-Cr-Mn

Lunedì nero per i pendolari cremonesi, che hanno dovuto fare i conti fin dalle prime ore della mattina con dei guasti sulla linea e in particolar modo a un passaggio a livello tra le stazioni di Gazzo Pieve San Giacomo e Torre de’ Picenardi. Un po’ tutti i convogli della linea hanno subito ritardi: ben 70 minuti per il Mn-Cr-Mi delle 6.10, 44 minuti per il Milano-Cremona-Mantova delle 6.20, 25 minuti per il Cremona-Milano delle 6.35, 26 minuti per il Cremona-Mantova delle 7.40, 45 minuti per il Mn-Cr-Mi delle 6.41, 23 minuti per il Codogno-Cremona delle 8.08, 20 minuti per il Cremona-Codogno delle 8.21; 30 minuti per il Mn-Cr-Mi delle 8.50.

Una vera e propria Odissea di attese sui binari e di informazioni, con esplosioni di rabbia da parte dei viaggiatori e tanto di insulti diretti ai dipendenti di Trenord, per una situazione che sembra avere del paradossale, aggravata poi dagli annunciati lavori di ammodernamento della linea ferroviaria, disposti da Rfi, che hanno portato dal 15 settembre a modifiche al servizio tra le stazioni di Mantova e Piadena, con l’istituzione di autobus sostituitivi con partenza anticipata rispetto all’’orario prescritto.

“Cambiano i vertici di Trenord e Rfi, ma qui la situazione peggiore sempre di più” commenta l’assessore alla viabilità del Comune di Cremona, Alessia Manfredini. “Se ci sei, Ministro Toninelli, batti un colpo. Ti attendiamo sulla Milano-Cremona-Mantova”.

lb

 

© Riproduzione riservata
Commenti