Commenta

Volontariato, centro
invaso dalle associazioni
Le immagini della festa

(foto Sessa)

Un centro letteralmente invaso, pacificamente si intende, dalle associazioni, in quella che è la festa del Volontariato del 2018. Tanti gli stand, 132, dove tantissima gente si è potuta informare sulle attività che ciascun ente promuove. Ma è stata anche l’occasione per vivere il centro in modo diverso: non solo come spazio civico ed artistico, ma anche con tanti stimoli differenti tra loro e allo stesso tempo accomunati dallo spirito del volontariato. La giornata è iniziata sulle note dell’Inno alla Gioia.

L’evento è stato organizzato da CSV Lombardia Sud – Cremona, Forum Terzo Settore e Comune di Cremona, oltre alle associazioni che rendono il volontariato cremonese quotidianamente attivo e vicino alla comunità e alle istituzioni locali che tradizionalmente collaborano con il Terzo Settore. ATS Val Padana, ASST Cremona, Europe Direct di Regione Lombardia, Rete Bibliotecaria Cremonese, Cremona Solidale, Fondazione Comunitaria della Provincia di Cremona. La Festa è patrocinata dalla Provincia di Cremona e vede la collaborazione di Padania Acque e Cassa Padana. ‘Volontariato bene comune: la solidarietà è partecipazione’ è il tema che ha fatto da filo conduttore per l’edizione 2018. Per tutta la giornata di ieri nelle due piazza animazioni, tavole rotonde, speaker’s corner, performance musicali, dimostrazioni, anteprime, street food solidale.

“Volontari e associazioni – ha detto il sindaco Gianluca Galimberti al taglio del nastro – sono in cammino verso una meta che coincide con il bene delle persone, della città e del territorio. È una grande giornata di festa quella di oggi. La parola chiave è grazie a tutti quelli che si impegnano quotidianamente per gli altri”.

Parole alle quali sono seguite quelle di Giorgio Reali, referente territoriale di CSV Lombardia Sud, oggi affiancato (per la prima volta a una Festa del Volontariato di Cremona) da Maria Luisa Lunghi, presidente di CSV Lombardia Sud, il nuovo grande centro di servizio per il volontariato che raggruppa le province di Cremona, Mantova, Lodi e Pavia. “La nostra nuova grande organizzazione – ha detto Reali – considera sempre l’accompagnamento e la promozione di questo grande ideale: la partecipazione solidale all’interno della nostra comunità. Ci associamo come volontari e rappresentanti a servizio del territorio nei ringraziamenti verso coloro che operano per la coesione sociale. Grazie allo staff, a chi ci ha aiutati, come ai ragazzi del servizio civile, e a tutti coloro che oggi sono scesi in piazza. È una grande dimostrazione di attaccamento al bene comune”.

“Il 7 ottobre – ha ricordato invece Daniela Polenghi per il Forum Terzo Settore – si terrà la Marcia per la Pace Perugia-Assisi. Anche oggi abbiamo voluto dare un piccolo segnale con la Tavola della Pace di Cremona: per questo abbiamo allestito una passerella di 150 metri in piazza Stradivari. È un percorso che chiunque vorrà percorrere farà valere come una simbolica adesione alla prossima edizione della Marcia. Un gesto che non costa nulla ma vale nella promozione della pace e dei diritti”.

Fotoservizio Francesco Sessa

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti