14 Commenti

Tre assegnatari nei locali vuoti
di via Cadore: Orizzonti Latini,
Nuova Albania e ass. Baskin

Tornano ad aprirsi le saracinesche di largo Pagliari e via Cadore, al piano terra del fabbricato di alloggi erp del Comune. L’ente aveva messo a bando i tre locali commerciali rimasti vuoti (l’ultimo ad andarsene un anno fa era stato il fruttivendolo; gli altri, una macelleria e il bar Smile erano chiusi da prima), destinandoli ad associazioni no profit, per farne la loro sede, in cambio del ripristino dei locali con necessarie opere di manutenzione. Alla fine si sono presentati in tre e altrettante sono state le aggiudicazioni: si tratta di ‘Orizzonti Latini’, associazione che raggruppa i romeni residenti a Cremona e dintorni; di ‘Nuova Albania’ e l’associazione Baskin, che da Cremona ha esportato a livello internazionale la pratica agonistica del basket in squadre che includono normodotati e disabili. I tre locali saranno affidati ai nuovi inquilini per 9 anni in comodato gratuito, in cambio di sostanziosi interventi di manutenzione. Ad esempio, il locale all’angolo con via Altobello Melone presenta una serranda rotta, controsoffitto in parte sfondato, impianti da rifare, wc divelto; mentre nell’ex bar Smile, poco meno di 160 mq con cantina, sono rimasti parte degli arredi compreso il bancone, impianto da rifare e grata cedevole all’ingresso. Nell’ex negozio di frutta sono rimaste masserizie varie, comprese alimentari e anche in questo caso sono da rifare parte del controsoffitto e impianti. g.biagi

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Silvica Simonca

    Praticamente deve essere cambiato tutto alle spese delle associazioni …

    • Mario Rossi SV

      Cambiare una grata e sgombrare un locale in cambio dell’affitto gratuito per 9 (nove) anni lo avrebbero fatto in tanti, come artigiani, commercianti o inquilini di uffici.
      Questo a casa mia si chiama regalare…

      • Telafó Giovanni

        Stia tranquillo sono gli ultimi colpi! Lo spazzacorrotti ha debellato la corruzione in italia e il decreto sicurezza ha risolti i problemi di delinquenza. Poi arriverà il 26 maggio e anche Cremona farà parte dell’eden! Chiuderanno i centri commerciali, oltre alla strada sud faranno anche quella est e ovest, andremo in auto in piazza duomo (e ci parcheggeremo pure),sarà tutto un fiorire di piccoli negozietti, in città gireranno solo visi pallidi, costruiranno il terzo ponte (e forse anche il quarto e quinto), vieteranno l’uso delle biciclette e sarà tre volte Natale e festa tutto l’anno. Tic tac tic tac….dai che manca poco! Speriamo che riesca a trovarsi un hobby che possa sostituire la “commentite acuta” perché altrimenti sarà indubbiamente molto felice ma anche molto annoiato!

        • Mario Rossi SV

          Tic-tac, Tic-tac…chissà come commenterai tu dopo, se già stai a questi livelli…speriamo che due comunità vadano d’accordo come vicini di casa…

      • Blizzard

        Non ho mai visto i locali, se non quello utilizzato in precedenza dal fruttivendolo, e quindi non conosco lo stato di conservazione degli stessi, ma visto che non si sono saltati addosso per fare domanda di assegnazione non credo che tali locali siano cosi appetibili da parte di “artigiani, commercianti o inquilini di uffici”. E’ anche vero, Sig.ra Silvica che le Associazioni avranno fatto le loro valutazioni e come dice il Sig. Rossi è un vero e proprio regalo.

        • Mario Rossi SV

          Non si sono saltati addosso semplicemente perché per loro non era possibile averli gratis…(basta leggersi l’articolo).

        • Michele Bufano

          Non so che regali faccia lei ma a casa mia non è un regalo se per utilizzarlo devo sborsare denaro.

      • Michele Bufano

        Ma quale regalo!, c’è stato un bando pubblico al quale tutti gli interessati potevano partecipare. Le associazioni si impegnano a sistemare i locali a spese loro, alcune hanno in previsione lavori economicamente rilevanti!! ma di cosa parla? ha visto come sono i locali all’interno?

        • Mario Rossi SV

          Giusto, i ragali sono 3, tre locali pagati dagli italiani con le loro tasse.

  • Silvica Simonca

    Per tutti quelli che hanno fatto dei varie commenti ! Lo spazio assegnato alla mia associazione necessità cambiati tutti gli impianti ( gas, luce,, acqua ), soffitto da rifare e dentro c’è una montagna di mondi zia ) .Se questo sembra regalo o guadagnato per simpatie allora …..Per quanto riguarda la serietà della gente romena che fa parte dall’associazione vi assicuro che siamo una comunità per bene che lavora e paga le tasse qui in Italia !

    • Mario Rossi SV

      Piano con le parole.
      C’è il controllo elettronico
      della sincerità.

  • Simone

    Gli artigiani, i commercianti e simili non potevano accedere al bando perché non si tratta di associazioni senza scopo di lucro ma di attività economiche vere e proprie quindi non aventi le prerogative del bando. Quindi di cosa stiamo parlando?

    • Mario Rossi SV

      Stiamo parlandoo che piuttosto che ridurre gli affitti e agevolare le categorie si preferisce regalarli.Tanto per trovare un negozio basta andare alla COOP…poi si parla di desertificazione…

  • Andrea Ferrari

    Insomma, per farla breve
    Tra una balla e l’altra tutto TRABALLA