Commenta

Ritardi e poche informazioni
sulla linea tra Cremona e
Brescia: pendolari esasperati

Non è iniziato al meglio il giovedì dei pendolari della Cremona-Brescia, che si sono ritrovati a dover attendere 35 minuti la partenza del convoglio delle 7.24, quello più utilizzato dai lavoratori e dagli studenti che si muovono lungo quella tratta, a causa di un guasto improvviso, verificatosi al momento della partenza. Ma al di là del ritardo, quello che più ha indispettito i viaggiatori è stato, tanto per cambiare, l’assenza totale di informazioni, per cui nell’orario in cui sarebbero dovuti partire, il treno non era neppure sul binario. Il personale di Trenord ha risolto riesumando un vecchio convoglio diesel, su cui con mezz’ora di ritardo ha fatto salire i pendolari per portarli a Brescia.

Non è andata meglio a chi doveva salire sul convoglio successivo, quello delle 8.24, che finora ha registrato un ritardo di 20 minuti, in quanto, secondo le giustificazioni di TreNord, “è stato necessario prolungare i tempi di preparazione del treno, in sede di deposito”. Problemi anche per chi da Brescia viaggia verso Cremona: il convoglio delle 8.40 è partito con 15 minuti di ritardo “a causa dell’attesa del treno corrispondente”.

lb

© Riproduzione riservata
Commenti