Commenta

"Progettiamo il futuro", al Polo
per l'Innovazione Tecnologica
coinvolte anche le scuole

E’ iniziata questa mattina, venerdì 5 ottobre, intorno alle 9.00 presso gli spazi del CRIT – Polo per l’Innovazione digitale e nella sala conferenze dell’impianto a biomasse legnose di Cremona la giornata della cultura del lavoro ‘Progettiamo il futuro’. Promosso da Fim Cisl Asse del Po, Fim Cisl Lombardia, Cisl Scuola Asse del Po, Cisl Asse del Po, ‘Progettiamo il futuro’, come dicono gli organizzatori è dedicato alle nuove generazioni e al loro futuro nella società. Attraverso testimonianze concrete e relatori di alto profilo, oltre 300 giovani sono in queste ore impegnati nelle due sedi dell’iniziativa.

L’evento, che ha ottenuto diversi patrocini istituzionali, vede come primi sostenitori proprio il CRIT, rappresentato stamane dalla Presidente Carolina Cortellini, ed LGH, che oltre a mettere a disposizione gli spazi dell’impianto a biomasse di via degli Antichi Budri ha contribuito alla realizzazione della giornata con il Direttore Sviluppo Territoriale Gerardo Paloschi e con l’Amministratore Delegato Massimiliano Masi. Proprio quest’ultimo è intervenuto con un’apprezzata lectio su come le innovazioni tecnologiche pervadono la vita di tutti i giorni di ciascuno di noi. “Mi fa particolarmente piacere – ha commentato in chiusura Masi – portare un contributo concreto ad una platea giovane ed entusiasta. Dialogare su temi concreti ed innovativi è il modo migliore per avvicinare i ragazzi alla complessità delle questioni che dovranno affrontare nel mondo del lavoro o degli studi universitari. LGH in questo è a fianco delle comunità locali, anche dando opportunità concrete come i recenti progetti di LGHDEMIA o del Premio “Start Up”.

I lavori, che proseguiranno per l’intera giornata, hanno visto l’adesione degli istituti all’iniziativa Romani di Casalmaggiore, I.T.I.S. Janello Torriani, Liceo Sofonisba Anguissola, Liceo Statale Daniele Manin, Liceo Scientifico Statale Aselli di Cremona, I.P.S.I.A. Marazzi e Istituto Istruzione Superiore P. Sraffa di Crema, tutti con le loro classi IV e V.

© Riproduzione riservata
Commenti