Commenta

A Zigzag in tangenziale: un
51enne, trovato con della
cocaina, aggredisce agente

(foto di repertorio)

Nella notte tra venerdì 12 e oggi, sabato 13 ottobre, la polizia stradale ha denunciato due uomini di nazionalità italiana rispettivamente per detenzione di sostanze stupefacenti, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e per rifiuto di sottoporsi agli accertamenti di prassi per verificare se fosse al volante dell’auto sotto l’effetto di alcol e/o droga.

E’ il risultato di un’azione di routine da parte della stradale che si è imbattuta intorno all’1.30, mentre si stava recando in autostrada per prestare servizio, in un’auto che zigzagava vistosamente lungo la tangenziale, all’altezza del locale Centrale del Latte. La pattuglia ha quindi fermato l’auto e chiesto i documenti ai due uomini a bordo per poi farli spostare poco più avanti per effettuare i controlli in maggiore sicurezza e con l’intenzione di sottoporre ad alcol test il conducente che, una volta fatto scendere, è risultato positivo sia al precursore che al primo rilevamento con l’etilometro. L’uomo, che è risultato avere precedenti per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio, si è quindi rifiutato di soffiare per la seconda volta e di essere accompagnato in ospedale per verificare se stesse guidando sotto l’effetto di alcol e/o droga. Al conducente, oltre alla denuncia per il rifiuto, è stata sospesa la patente e sequestrato il veicolo.

Nel frattempo gli agenti della pattuglia avevano notato agitarsi notevolmente il passeggero che, rimasto all’interno della vettura, teneva le mani in tasca. Gli è quindi stato chiesto di mostrare le mani, ma l’uomo, N.C. del 1967, nato e residente a Cremona, ha opposto resistenza al capo pattuglia e ne è nata una colluttazione, tanto da finire entrambi al suolo. All’uomo, che aveva già precedenti per guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti (tanto da risultare avere la patente ritirata per questo motivo, ndr), oltre che per molestie e stalking, sono stati trovati due involucri di cellophane termosaldati contenenti rispettivamente circa 10 grammi e circa 4 grammi di cocaina. Il 51enne, come detto, è stato quindi denunciato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e, dato il quantitativo considerevole di cocaina in suo possesso, per dentenzione di stupefacenti a fini di spaccio.

E’ uno dei risultati del monitoraggio costante della stradale, specialmente nelle ore notturne, che dimostrano come Cremona e provincia non siano zone tranquille, ma che invece necessitano di questo genere di servizi. Da inizio settembre, infatti, gli agenti del comandante Federica Deledda, hanno già ritirato oltre 30 patenti in controlli di routine (al di là di quelli espressamente richiesti, ndr) sulle strade provinciali, segno che la guardia è sempre alta da parte delle forze dell’ordine.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti