Commenta

Premiati in Comune
i nuovi 'Maestri
del lavoro'

Foto Sessa

Si è svolta domenica mattina nella Sala Quadri del Comune di Cremona, la cerimonia di consegna della “Stella al Merito del Lavoro” per i nuovi Maestri del lavoro. La cerimonia si è aperta con l’inno nazionale e un momento musicale poi i  saluti istituzionali con i rapprentanti di comune, provincia, cisl e della  federazione maestri del lavoro.

A ricevere la stella al merito del lavoro e la pergamena sono stati: Anselmina Benecchi, Gianfranco Cantarelli, Alice Grandi, Serafino Spoldi, Sergio Azzolini, Pierluigi Migliorati, Marco Freschi, Daniele Generali, Francesco Vaia.

La decorazione viene conferita con Decreto del Presidente della Repubblica su  proposta del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale ed è concessa  a coloro che abbiano compiuto i 50 anni di età: abbiano prestato attività lavorativa ininterrottamente per almeno 25 anni alle dipendenze di una o più aziende e si siano particolarmente distinti per singoli meriti di:  perizia, laboriosità e di buona condotta morale; abbiano, con invenzioni  od innovazioni nel campo tecnico e produttivo, migliorato l’efficienza  degli strumenti, delle macchine e dei metodi di lavorazione; abbiano contribuito in modo originale al perfezionamento delle misure di sicurezza  del lavoro; e si siano prodigati per istruire e preparare le nuove  generazioni nell’attività professionale.

I NUOVI MAESTRI

• Benecchi Anselmina, dipendente dell’azienda Sita e Lombardi di Casalmaggiore.

• Cantarelli Gianfranco, dipendente dell’azienda Bcube di Casale Monferrato.

• Grandi Alice, dipendente dipendente di Ascom Caf Imprese di Cremona.

• Spoldi Serafino, dipendente dell’azienda Omz Officina Meccanica Zanotti di Crema.

• Azzolini Sergio, dipendente della Azienda Alimentare Dolciaria Rivoltini di Vescovato.

• Migliorati Pierluigi: dipendente dell’azienda Idrotermica Ploia di Isola Dovarese.

• •Freschi Marco di Cremona -azienda Bnl.

• Generali Daniele di Sospiro – Officina Fratelli Carra di Vescovato.

• Vaia Francesco di Spineda, azienda Sintostamp.

© Riproduzione riservata
Commenti