16 Commenti

Cinque giorni di smog sopra
la media: scatta il blocco
anche per i diesel Euro4

Scattano domani, venerdì 19 ottobre, come disposto dalla Regione nell’aggiornamento del Piano antismog, le misure temporanee di primo livello per il contrasto all’inquinamento atmosferico. Dai dati trasmessi oggi da ARPA Lombardia, nella provincia di Cremona, è stato rilevato che ieri è avvenuto il quinto superamento della soglia limite del PM10 (50 microgrammi/m3).

In base ai dati rilevati questa mattina e riferiti alla giornata di ieri, mercoledì 17 ottobre, la media delle stazioni del programma di valutazioni della provincia è infatti di 52.5. Venendo alla città i dati rilevati sono i seguenti: Fatebenefratelli 53, Cadorna 52, Spinadesco 59, per una media di 54,6 microgrammi/m3. Le previsioni meteorologiche per i prossimi giorni, come da Bollettino di ARPA Lombardia, sono favorevoli all’accumulo degli agenti inquinanti.

Queste le misure attive da domani che si aggiungono a quelle permanenti già in vigore: limitazione all’utilizzo delle autovetture private di classe emissiva Euro 4 Diesel in ambito urbano dalle ore 8.30 alle ore 18.30; divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) con prestazioni energetiche ed emissive non in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 3 stelle; divieto assoluto, per qualsiasi tipologia (falò rituali, barbecue e fuochi d’artificio, scopo intrattenimento, e così via), di combustioni all’aperto; introduzione del limite a 19°C (con tolleranza di 2°C) per le temperature medie nelle abitazioni e spazi ed esercizi commerciali; divieto per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso; divieto di spandimento dei liquami zootecnici.

Come previsto dalla normativa saranno potenziati i controlli con particolare riguardo al rispetto divieti di limitazione della circolazione veicolare, di utilizzo degli impianti termici a biomassa legnosa, di combustioni all’aperto e di divieto di spandimento dei liquami. L’Amministrazione comunale, viste le temperature, invita a non attivare gli impianti termici o comunque a limitarne l’orario di funzionamento, nonché a limitare gli spostamenti con mezzi privati, controllando sempre sul libretto di circolazione la classe di appartenenza del proprio veicolo.

Le misure temporanee di primo livello rimangono in vigore da domani e fino a lunedì 22 ottobre, giorno in cui sarà effettuata la nuova verifica per stabilirne la prosecuzione o la revoca. Il primo livello è attivo da domani anche a Lodi e Pavia.

Prosegue nel frattempo la diffusione tramite web, nei luoghi pubblici e in quelli di maggiore frequentazione la campagna di sensibilizzazione sull’importanza della qualità dell’aria per la nostra salute e l’ambiente e di informazione sulle misure introdotte dalla legge regionale per il contrasto all’inquinamento atmosferico.

per maggiori informazioni: https://www.comune.cremona.it/node/421381

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Illuminatus

    Chissà quando accenderemo il riscaldamento!

  • Mario Rossi SV

    Non sono riusciti a fermare le euro 0,1,2,3 figuriamoci le euro 4…

    • Illuminatus

      Tanto, non fa differenza, questo è il punto più importante e scientificamente dimostrato.

      • Mario Rossi SV

        Esatto, danno i numeri in tutti i sensi.

  • Mirko

    Mettono i blocchi e poi danno solo multe per divieto di sosta

  • Patrizia Signorini

    Ma gli autobus che girano in centro sono tutti a norma? e poi inquinare per andare all’IperCoop o all’Iper va bene, in città invece no, come se ci fossero i muri a difenderla dalle polveri che arrivano dall’esterno. Si incentiva l’uso dell’auto, questo è il saldo della faccenda. E’ tutto tragicamente assurdo.

    • Illuminatus

      Infatti… e poi fanno i ciclo-talebani.

  • sabrina salciarini

    Nella nostra scuola il riscaldamento è acceso a tutta randa da una settimana. Abbiamo segnalato immediatamente il disservizio, dal comune hanno risposto che avrebbero provveduto. Risultato: temperatura esterna 24°, interna insopportabile, finestre spalancate e malessere. Che dobbiamo dire ancora ?

    • Mario Rossi SV

      “A tutta randa”, fantastica questa espressione.
      Ma un termostato è così difficile da istallare?E questa sarebbe la città smart?
      Speriamo almeno l’impianto sia a gas e non a gasolio…

    • Illuminatus

      A tutta randa… ma steccata o avvolgibile? 😉

      • sabrina salciarini

        Come preferisce.

        randa
        [ràn-da]
        s.f.
        ……..
        2 MAR Vela di taglio di forma trapezoidale, uno dei cui lati verticali, quello rivolto a prua, è legato all’albero, mentre l’altro resta libero; è tenuta tesa mediante due pennoni, l’uno fissato al lato superiore e l’altro al lato inferiore, in modo da poter ruotare attorno al lato fissato all’albero, secondo il vento
        || estens. Vela: non una r. in tutto quel turchino (Pascoli)
        || fig. A tutta randa, a tutta velocità

        • Illuminatus

          Beh, quella è la definizione di una randa aurica, non quella moderna triangolare detta “marconi” o “bermudiana”, quindi difficilmente avvolgibile assieme al picco! Vada per le stecche allora.

          • sabrina salciarini

            Come crede. Il mio intervento utilizza il senso figurato del termine, non quello tecnico nel quale fa sfoggio di cotanta competenza, qui, direi, piuttosto superflua.

          • Illuminatus

            Pensavo solo di aver trovato un’altra persona che ama vela in questo forum, cosa mi avrebbe reso felice. Chiedo umilmente scusa per averla disturbata.

  • ciclo-pe

    Se guardo le strade derogate dal divieto di circolazione, cioè le principali strade di accesso alla città e l’intero ring, credo di poter affermare che con un euro 0 posso circolare liberamente basta che prima o poi trovi un parcheggio. E questo sarebbe il piano antismog? Ma 180 giorni di aria avvelenata nel 2017 non ci bastano? Siamo una delle città più inquinate d’Italia, vogliamo essere la città più inquinata del mondo?

    • Illuminatus

      Dai, ne abbiamo già parlato, un Euro 0 a benzina non emette Pm10! Per favore, non diffondiamo notizie false!