Commenta

Raddoppio ferroviario
Rfi finanzia solo il tratto
Piadena - Mantova

“Abbiamo ascoltato questa mattina, dalle parole di Rfi, alcune notizie positive e altre che non soddisfano” ha detto il consigliere regionale del Pd Matteo Piloni alla conclusione, questa mattina in Regione, dell’audizione in commissione trasporti e territorio del direttore produzione di Rfi Lombardia Luca Cavacchioli sulle problematiche della rete ferroviaria di competenza di Ferrovie dello Stato. Un incontro in cui è stata confermata la volontà di Rfi di lavorare per il superamento dei passaggi a livello, di cui in provincia di Cremona c’è la maggior concentrazione, e che si vuole procedere con un accordo quadro tra Regione e Rfi per individuare le priorità. Intanto, dal 15 di ottobre, è stato avviato un intervento di aggiornamento tecnologico che, tra Castelleone e Soresina, farà sì che non avvengano più passaggi di treni a sbarre alzate. Rfi ha confermato gli investimenti per il raddoppio della tratta Piadena-Mantova (340milioni di euro già disponibili) ma anche l’allungamento dei tempi per il completamento del raddoppio del tratto tra Codogno e Piadena, così come sulla Cremona – Olmeneta.

“Niente di nuovo, invece, sulla programmazione del treno diretto Crema–Milano, su cui è stato fatto uno studio ma non sono state ancora prese decisioni, e sul cadenzamento orario sulla Cremona – Milano. Per noi i problemi sono ancora troppi, sia sul lato delle infrastrutture che del servizio, e martedì prossimo, 23 ottobre, saremo in molte stazioni della provincia, che devono tornare ad essere luoghi di presidio sicuri, per un volantinaggio con i pendolari” continua Piloni. “E’ il giorno in cui avremmo dovuto tenere il consiglio regionale straordinario sulla situazione ferroviaria, che la giunta ha rinviato al 13 di novembre. Il 27, invece, parteciperò all’incontro a Soresina convocato dai comitati dei pendolari, durante il quale porrò anche il tema del rilancio delle stazioni chiedendo alla Regione maggiori bandi e risorse per consentire alle associazioni disponibili di contribuire al presidio di questi importanti luoghi”.

© Riproduzione riservata
Commenti