Commenta

La famiglia Corazzi dona
un nuovo ecografo
alla neurologia di Cremona

Si è svolta stamattina la cerimonia di consegna di un nuovo ecografo per l’unità operativa di Neurologia dell’Ospedale di Cremona da parte della famiglia Corazzi. La strumentazione verrà utilizzata per la valutazione in urgenza dei tronchi sovraaortici (in caso di ictus cerebri e in caso di attacco ischemico transitorio) permettendo di identificare rapidamente eventuali stenosi dell’arterie cerebroafferenti e consentendo di realizzare un fast track per la gestione dei Tia. Non solo.

Come ha spiegato Maria Sessa (direttore dell’unità operativa di Neurologia di Cremona), “grazie a questo ecografo di ultima generazione da oggi sarà possibile eseguire a Cremona il “Doppler transcranico”, un esame fondamentale per la diagnosi di forame ovale pervio, una delle possibili cause di ictus nella popolazione giovanile. Si tratta di un importante passo avanti per la nostra Unità Operativa”.

“Gesti come questo non solo sono gratificanti per il lavoro svolto ogni giorno dagli operatori della Neurologia, ma hanno un riscontro concreto, andando a beneficio di tutta la comunità” ha detto” ha detto Rosario Canino, direttore sanitario dell’Asst di Cremona. “Un sentito ringraziamento è quindi dovuto alla famiglia Corazzi”.

A ricevere la donazione dalla Famiglia Corazzi: Rosario Canino (Direttore Sanitario), Maria Sessa (Direttore UO Neurologia di Cremona), Manuela Besanzini (Coordinatore UO Neurologia) e Katiuscia Natalini (Coordinatrice Ambulatori Neurofisiologia).

© Riproduzione riservata
Commenti