2 Commenti

Riqualificazione piscine,
ok a studio di fattibilità
Lavori a novembre 2019

E’ stato approvato dalla Giunta Comunale lo studio di fattibilità per la riqualificazione del Centro Natatorio al Po (piscine comunali), per un importo complessivo di 300mila euro, aderendo a un bando regionale. Si tratta dei lavori già previsti nel bando con cui Sport Management aveva ottenuto la gestione dell’impianto, che riguarderanno la riqualificazione delle strutture più vetuste, ed in particolare la piscina anni 70, attualmente dismessa, e la piscina convertibile. L’obiettivo è la valorizzazione dell’intero centro sportivo/natatorio, anche a livello di immagine, ma anche una maggiore fruibilità. L’intervento si prefigge inoltre di dotare il centro natatorio di ulteriori attività sportive in modo da creare un vero e proprio polo dello sport.

In particolare, per la ex piscina coperta, si prevede la riqualificazione strutturale dei solai della copertura e delle strutture: verrà trasformata in sala fitness, palestra di scherma, palestra di arrampicata e palestra per arti marziali, nel contesto di un altro progetto già finanziato. I lavori contemplano la riparazione locale di elementi soggetti a distacco, del copriferro e la riqualificazione delle parti corrose, la riparazione dei solai con posa di controsoffittatura antisfondellamento e la posa di pannelli sandwich completi di manto impermeabile a due strati sulla copertura della piscina e degli spogliatoi.

Anche l’attuale piscina convertibile sarà modificata. Si prevede la creazione di uno spazio polifunzionale open-space, che potrà essere utilizzato come area fitness estiva o come spazio per attività formative, e la riqualificazione dell’area verde adiacente a questo spazio. I lavori contemplano la demolizione di pareti interne ed esterne per la realizzazione dello spazio open-space, ripiastrellatura totale degli ambienti, tinteggiature, realizzazione di rampe di accesso per l’accessibilità alle persone con disabilità. Per quanto riguarda il prato, è prevista la posa di nuove essenze autoctone ed elementi di arredo.

Altro importante aspetto di questo studio riguarda la sicurezza dell’utenza; è previsto infatti di dotare la palestra multifunzionale di un defribrillatore semiautomatico. Dunque, se attualmente nel centro in oggetto vengono praticati nuoto, pallanuoto, nuoto sincronizzato, arrampicata, a seguito dell’intervento l’offerta delle attività sportive dell’impianto verrà ampliata anche a fitness, fitness estivo, scherma e arti marziali.

I lavori, secondo il cronoprogramma previsto dallo studio, il progetto definitivo dovrebbe essere approvato entro fine aprile 2019, quello esecutivo entro fine giugno 2019, quindi i lavori dovrebbero prendere il via a novembre 2019, per poi concludersi a marzo 2020.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti
  • brontolo

    Quindi non esisterà piu una piscina scoperta comunale a Cremona?va beh..andrò in qualche paesino della bassa cremonese..li ce l hanno!!spero sia una bufala!!

  • Winx

    A promettere sono tutti molto bravi ……. parole parole parole …….. per citare alcune canzoni o meglio ……. fiumi di parole …..