Un commento

3,6 milioni dalla Regione per
videosorveglianza e Body Cam
Finanziamenti a Cremona

Tre milioni e 600mila euro. A tanto ammonta il finanziamento di Regione Lombardia a favore di comuni singoli o in forma associata per la realizzazione di progetti di video sorveglianza nel biennio 2018-2019. Altri 400.000 euro, invece, sono stati destinati a favore di comuni singoli o in forma associata per l’acquisto di telecamere mobili. In tutto, per quanto riguarda la videosroveglianza, sono arrivate all’assessorato alla sicurezza, polizia locale e immigrazione 381 domande: 273 da Comuni singoli, 85 da Enti associati, 22 da Unioni di Comuni e 1 da una Comunità Montana. Le domande finanziate sono state 67: si tratta di 24 comuni singoli (per i quali erano previsti 800mila euro) e 43 in forma associata (per i quali erano previsti 2.800.000 euro). Sono state invece 230 le domande relative alle Body Cam: 159 da Comuni singoli, 71 da Enti associati. Le domande finanziate sono state 47: si tratta di 22 comuni singoli e 25 in forma associata.

Per quanto riguarda la provincia di Cremona, a beneficiare del finanziamento relativo alla Videosorveglianza c’è proprio il comune di Cremona e quello Gombito, mentre per quanto riguarda i comuni in forma associati potranno accedere al finanziamento l’Unione Lombarda dei comuni Piadena e Drizzona (che avrà anche il finanziamento relativo alle body cam, ndr), quella dei comuni dell’Oglio – Ciria (Corte de’ Frati, Olmeneta, Grontardo e Scandolara Ripa d’Oglio), l’unione Fluvialis Civitas (Gerre de’ Caprioli, Stagno Lombardo, Pieve d’Olmi e San Daniele Po) e Terra di Cascine (Castelverde e Pozzaglio ed Uniti). Montodine fa parte dei 22 comuni singoli destinatari del finanziamento relativo alle Body Cam, mentre solo l’unione di  Piadena e Drizzona fa parte delle 43 unioni di comuni che beneficerà del finanziamento.

L’assessore regionale Riccardo De Corato ha così commentato i finanziamenti destinati a Comuni ed Enti in forma associata: “Questi sono fatti concreti. Regione Lombardia ha dimostrato, ancora una volta, di essere vicina alle esigenze dei cittadini. Gli investimenti in sicurezza sono, soprattutto in questo periodo, quanto mai opportuni. Ho seguito costantemente tutte le fasi del bando, ed il personale del mio assessorato ha lavorato costantemente supportando le varie Amministrazioni locali. Oggi con la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della graduatoria, raccogliamo i frutti di un lavoro complesso il cui fine era proprio quello di star vicino ai cittadini attraverso strumenti utili per le Amministrazioni e le Polizie locali”.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Seppe Marin

    Si chiamano i ghisa: “pronto sono un disabile, ho l’asma, la BPCO, ho problemi di mobilità, mi mettono la macchina con il motore acceso sotto il balcone e mi entrano gli inquinanti prodotti dalla combustione della nafta, smog, mi mandate una pattuglia per favore?…”mi spiace il cortile è privato è del comune di Cremona e noi non possiamo venire”””almeno indagate sulle moto e motorini che disturbano la quiete del palazzo con rumori molesti e fetore di benzina bruciata maldestramente con olio esausto…”””no, no, no il cortile è privato, del comune di Cremona e noi non possiamo venire”😭😭😭 inoltre il proprietario dello scooter è albanese e quindi non imputabile….robe da matt 🤯😰😷