Commenta

Quartetto di Cremona
in concerto con quattro
Stradivari di Paganini

L'auditori del Museo del Violino

Si intitola “Quattro per quattro in concerto” l’evento musicale in programma per sabato 27 ottobre alle 21 al Museo del Violino, giacché riunisce un gruppo di artisti e di strumenti davvero straordinari. In scena ci sarà il ‘Quartetto di Cremona’ formazione nota nella città della liuteria dove non solo insegna presso l’Accademia Stauffer, ma della quale è anche diventato ormai ambasciatore culturale nelle numerose tournée internazionali.

L’ensemble suonerà il quartetto di strumenti che un anno fa ricevette in prestito dalla Nippon Music Foundation, con una cerimonia svoltasi proprio nell’auditorium del Museo del Violino: si tratta del quartetto costruito fra il 17° e il 18° secolo da Antonio Stradivari e appartenuto al leggendario violinista Niccolò Paganini cui oggi è intitolato. E’ particolarmente pregiato, se si considera che soltanto sei quartetti di strumenti Stradivari sono giunti fino ai giorni nostri e inoltre il violoncello risulta l’ultimo costruito dal maestro, che sull’etichetta annota “d’anni 92”.

Dopo essere stato assegnato in concessione temporanea al Tokyo String Quartet e al Hagen Quartet, ora il ‘Quartetto Paganini’ è affidato per la prima volta ad un ensemble italiano il ‘Quartetto di Cremona’ composto da Cristiano Gualco, Paolo Andreoli, Simone Gramaglia e Giovanni Scaglione. Insieme, presenteranno al pubblico un programma vario che include “Crisantemi” di Puccini, il “Quartetto “Hoffmeister” in re maggiore K499” di Mozart e il “Quartetto in la minore op.132” di Beethoven. Per il concerto ci sono ancora biglietti disponibili, acquistabili sia al Museo del Violino sia online su VivaTicket.

Federica Priori

© Riproduzione riservata
Commenti