Commenta

L'arte del Novecento torna
protagonista: riaperta
la Galleria Il Triangolo

A due anni dalla chiusura, riapre i battenti la galleria d’arte Il Triangolo e lo fa per iniziativa di un giovane cultore d’arte, ancora studente liceale, Leonardo Caldonazzo, che riceve il testimone da Mariarosa Ferrari Romanini, nome a cui la galleria è indissolubilmente legata. Questo pomeriggio, l’inaugurazione degli spazi rinnovati in vicolo Stella, preceduta da una presentazione a teatro Filodrammatici, servita ad illustrare l’importanza di un progetto che restituisce  a Cremona uno spazio specificamente dedicato alla pittura del Novecento, di cui era priva.

Nel salutare l’iniziativa, il sindaco Gianluca Galimberti ha posto l’accento sul ruolo fondamentale dell’arte nel ricordarci quello che Cremona è stata nel secolo scorso: “Questa è una città viva, che ora si arricchisce di una nuova, importantissima sorgente di vitalità”. Guardare al passato per dare nuova linfa alla vita culturale cremonese, quindi, e questa riscoperta del Novecento è il filo conduttore anche della mostra in corso al Museo Civico, ‘Il Regime dell’arte’. Il suo curatore, il critico d’arte Rodolfo Bona, ha fatto un excursus sul movimento “Corrente”, fondato a Milano da Ernesto Treccani nel 1938,  nato come rivista libera dalle direttive del Guf e che spaziava tra le varie arti.  “Arte sotto il segno della libertà, nella forma e nel colore”, ha spiegato Bona, introducendo i contenuti della mostra “Oltre Corrente”, allestita per l’occasione al Triangolo e visitabile fino al 25 novembre. Emozionante, per Bona “vedere, da insegnante di Storia dell’Arte, degli studenti che si sono appassionati alla mia materia”, fino al punto di farne una futura professione.

Il critico musicale Roberto Codazzi ha presentato infine l’esibizione della violoncellista Silvia Chiesa, che ha deliziato il pubblico con un brano del compositore Mario Castelnuovo – Tedesco e con alcune musiche da film celeberrime di Nino Rota (da Amarcord, La Strada e Il Padrino), rivisitate da Roberto Molinelli. Una scia musicale che ha guidato il vernissage della mostra aperta sul lato opposto di piazza Filodrammatici, dove ai dipinti di Treccani, si affiancano tele di Ajmone, Birolli, Cantatore, Cassinari, Guttuso, Morlotti, Sassu, e Vedova.

La mostra resterà aperta fino al 25 novembre con i seguenti orari: dal martedì alla domenica ore 16.30-19.30. Ingresso libero. Altri orari su appuntamento. Chiuso il lunedì. g.biagi

Fotogallery Sessa

© Riproduzione riservata
Commenti