11 Commenti

Orti abusivi allo Zaist:
25 proprietari dovranno
sgomberare entro due mesi

Il Comune di Cremona ha spedito 25 raccomandate nel quartiere Zaist a chi ha occupato abusivamente aree comunali senza titolo con varie attività che vanno alle coltivazioni orticole a veri e propri giardini. La zona è quella lungo la pista ciclopedonale che parte dalla chiesa e costeggia l’autostrada. Il Comune darà tempo sessanta giorni per mettersi in regola, dunque gli abusivi dovranno liberare tutti gli spazi da coltivazioni, manufatti, strutture, cancelletti. In quella zona da tempo sotto controllo da parte dell’amministrazione, grazie anche alle segnalazioni del comitato di quartiere, le tipologie di abusivismo sono tre. C’è chi ha creato barriere attraverso la vegetazione con siepi, chi invece ha recintato, chi ha creato orti. Nelle intenzioni dell’amministrazione, che ora si sta occupando del caso Zaist, il quartiere che ha il maggior numero di orti e giardini abusivi allo scadere dei sessanta giorni si riserva di far sgomberare le parti occupate.

In alcuni casi in passato su aree in disuso è stato possibile applicare una sanatoria. È quello che succederà nel 2019 con alcuni orti al quartiere Maristella. Lì 4 residenti diventeranno proprietari dei terreni in disuso del Comune che avevano occupato. I piccoli appezzamenti di terreno saranno inseriti nel piano alienazioni, così da permettere a questi agricoltori di orti urbani di diventarne proprietari. L’area sarà venduta come terreno edificabile. Non è possibile farlo allo Zaist perchè creerebbe problemi con tutto il contesto urbano. Silvia Galli

© Riproduzione riservata
Commenti
  • paolo

    Ehh, ma capisco eh !! Pugno di ferro !!

    • Danila

      Con tutti i problemi il comune sono gli orti. Ma fatemi il piacere il sindaco guardi i marciapiedi e tutte le risorse che girano a fare nulla

  • Illuminatus

    Meglio le erbacce, è ovvio. Massignuur…

  • Mario Rossi SV

    E i centri sociali quando sgomberano?

    • Illuminatus

      E’ più facile dare addosso ai pensionati che ai comunisti, a quanto pare.

  • Sparks

    Dare una possibilità a queste persone di mantenere il proprio orto o giardino? Almeno si eviteranno erbacce dato che senz’altro, una volta svuotati, rimarranno abbandonati!

    • paolo

      Ma no, ma che dice…sicuramente sarà fatto un bando (europeo, eh, corbezzoli!!) e magari si assegneranno i lavori ad una cooperativa di Roccacannuccia, che, periodicamente manderà in trasferta (con aereo?) un “emergengy team” di dipendenti per interventi di sfalcio e manutenzione..

    • coD77

      Da quello che riporta l’articolo sembra che sia stato fatto per altri orti in altre zone di Cremona ma allo Zaist non è possibile farlo

    • Illuminatus

      Meglio le erbacce e l’incuria che il verde ordinato e curato (peraltro gratis).

  • Photos

    Bhe se per questo di orti che costeggiano la ferrovia ce ne sono parecchi fin da che è nato il quartiere Zaist ma non è mai stato fatto niente ne per sfrattarli ne per regolarizzarne la posizione o almeno non è stato data risalto come in questo caso. Sarei curioso di sapere di che orti si tratti perchè non mi risulta che dalla chiesa ci sia un giardino che costeggi L’AUTOSTRADA!!!!!!

  • Simone

    E la cabina di regia?